OFFERTE

Buongiorno a tutti. L’altro giorno Sir Biss mi ha fatto dono di questo spettacolo, con un po’ di rammarico perché il vento ha spogliato Rodo dei suoi meravigliosi fiori. Pero’, l’immediata sensazione alla vista delle immagini, da parte mia, è stata la parola che è titolo di questo articolo: offerta.  E anche Sir Biss si è arresa e ha voluto leggere la “perdita” dei fiori da parte di Rodo attraverso queste lenti. Un’offerta che Rodo ha deposto ai piedi di noi, piccoli esseri umani, che possediamo, pensiamo, ragioniamo, comperiamo e vendiamo. Noi pieni di presunzione e gonfi di sapere. Grondanti di saper fare.. Pieni di cose. Roba. Troppa. Rodo non… compera nulla. Non chiede nulla, non costa nulla e non consuma. Non inquina. Esiste, semplicemente ed è capace di una cosa come questa. Lui non sa tessere e annodare tappeti, non usa sete e lane costose, non usa coloranti, pigmenti, telai. Non mette il cartellino col prezzo al tappeto finito. Non confeziona proprio. Lascia il lavoro al vento, all’aria, al sole, alla rugiada. E produce tutto questo. E lo regala. Regala “sé”. 

Grazie Rodo. Mi hai dato una immagine forte e tenera al contempo, felice e commovente. La condivido con i miei amici di controluce e con chi come noi, immeritatamente gode di questa bellezza, di questo dono. Dico immeritatamente perché spesso, davanti alla magnificenza della Natura mi chiedo cosa abbia fatto ma soprattutto cosa sta facendo il genere umano per meritarsela. Buon maggio a tutti i miei amici e a coloro che passano di qui. Buon maggio a te, Rodo e lunga vita.  Ti vogliamo un sacco bene e ci inchiniamo a te, con umiltà ..  Almeno qualche volta qualcuno riesce a provarla.

RODO 1 A

IMG-20190428-WA0000

4 pensieri riguardo “OFFERTE

  1. Come sempre, una mano leva e l’altra dà. Secondo me, e lo penso da una vita, l’essere umano, ma in realtà qualunque cosa che si possa definire viva, è soggetta ad una unica regola, che comprende tutte le altre: l’inscindibilità delle due facce della moneta. Ogni cosa, ogni evento, ha due facce, ogni azione ha sempre la sua reazione, ogni pregio comporta necessariamente un difetto per il solo fatto di esistere. Tagli una calamita ed avrai due calamite, ma entrambe con i loro poli Nord e Sud, che non riuscirai mai a scindere. Così è per il bellissimo tappeto di fiori di SB, anzi, di Rodo: ha perso i suoi fiori ma ha fatto uno spettacolo del tutto particolare ed inusuale, trasformandoli in un tappeto bellissimo. Trovo che in realtà ci sia una cosa sola da fare, che trovo sia la più saggia di gran lunga, e la più opportuna: godersi lo spettacolo. Dovremmo imparare a farlo in maniera estesa, sempre.
    Saluti cari controluci
    R

  2. Rodo ringrazia per le belle parole. Lui non è triste. Grazie al vento ha creato qualcosa di magico. E per goderne mi basta aprire la porta di casa…
    La natura è magica. E Celeste ha ragione. Non la apprezziamo e non la meritiamo.
    Buon maggio a tutti. Da Rodo, da Gigia e da me.
    Sir Biss

  3. Rodo controlucino : sei in grado di stupire regalando un tappeto di fiori su cui la nostra Sir Biss può camminare come una regina.

    Da bambina ricordo che si spargevano petali di fiori quando per il paese si portava il Santissimo in occasione del Corpus Domini;. allora ricordo, mi faceva male al cuore pensare di strappare i petali dei fiori per riempire il cestino di fiori da spargere a terra.
    Sebbene lo scopo sia stato comprensibile, mi faceva male pensare a quei fiori che venivano sottratti con ” violenza” , magari non completamente fioriti per essere poi buttati a terra.

    Nel caso del Rodo è diverso: ci ha pensato il vento, quando orma! completata.

    Grazie ragazze per la bellezza che condividete a tutti noi che passiamo da qui.

    Pinuccia

  4. Ecco la sensibilità di Pinuccia far da cornice al tappeto di Rodo.
    Siamo fortunati noi di Controluce. Un piccolo scorcio di bellezza.
    Amo molto le margherite e ogni settimana ne arrivava uno nella mia casa, ma da un po’ ne faccio a meno. Preferisco la margherita in giardino, la pianta intendo. E’ anche vero che mentre scrivo di ciò porto un paio di scarpe in pelle (pelle? oddio non ci giurerei, propenderei per ecopelle) comunque inquino, uso, mangio. Carne pesce e anche carciofi. Bè? io non sono mica sicura che il carciofo non pianga mentre lo tagliano o peggio mentre lo infilo nel mio forno o nell’acqua bollente.
    Ok Ok. Non ne usciamo vivi, lo so. La coerenza è sopravvalutata, sappiamo bene anche questo.
    Comunque sia ho rinunciato alla margherita. Come fiore. Alla pizza margherita non ancora… anche se non sono una grande fan della pizza. Preferisco il carciofo.
    A proposito: stasera a cena ci sono gli asparagi bianchi di Cantello, direttamente da Cantello.
    Grazie a tutti e un abbraccio.
    E, come dice R godiamoci lo spettacolo. Di Rodo, della Margherita, e anche dell’Asparago.
    Cele

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...