QUASI SOLSTIZIO

Rieccoci qui, con il consueto appuntamento con il cielo.
Un po’ in anticipo, date le cattive condizioni del tempo a Firenze. Il nostro Reporter, mediatore tra il Cielo e Controluce, tra noi e le stelle. Mamma mia che responsabilità!
Insomma, ieri c’era il sole. Pertanto per non lasciarci senza l’ombra (ma quanto mi piace giocare con le parole!!) dicevo: per non lasciarci senza, ha provveduto prima. E vi lascio con queste MERAVIGLIOSE fotografie. Ritratto di una città MERAVIGLIOSA.
Con l’augurio più bello che io possa lanciarvi dal mio cuore ovvero questo: Auguro ai miei amici cose normali, semplici e piccoline. La dolcezza, la semplicità. La gentilezza. Come mi ricorda ogni tanto Riccardo:  Alla fine.. conta solo la Gentilezza. Ecco le diapositive dove si possono ammirare l’ombra data dal Cielo e quella in Terra, ovvero la silhouette del Menestrello.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

4 pensieri riguardo “QUASI SOLSTIZIO

  1. Lo strano popolo di Controluce ha appuntamenti fissi a cui i Riccardo ci ha abituati. Ci siamo quasi, come ha puntualizzato Celeste, e l’uomo in controluce ci fa ancora una volta dono della foto della meridiana che segna il percorso del sole.

    L’ho già detto altre volte: dalla finestra della cucina mi piace osservare lo spostamento del sorgere del sole man mano che passano i giorni e le stagioni sulle colline circostanti. Va beh, in questi giorni c’è la nebbia e una leggera spolverata di neve, perciò mi perdo il sorgere del sole questo solstizio. Mi piace osservare l’alba e lo spettacolo che ci dona la natura. Mi piace vedere come cambiano i colori man mano che si avvicina l’alba, mi piace ascoltare il canto degli uccelli che si ferma quando sorge il sole, solo per un attimo, ma si ferma. Osservare che la gazza, chissà se è sempre la stessa che da anni si accomoda sul filo del telefono davanti a casa per non perdersi lo spettacolo,

    Grazie a Riccardo, grazie a Celeste e a tutti i controlucini che passano da questo bellissimo posto. Grazie e auguri per il compleanno, per il Natale. Auguri di cuore a tutti!

    Pinuccia

  2. Buongiorno Pinuccia.
    Domenica mattina è passato a prendere un caffè a casa mia un signore.
    Mi ha raccontato questa storia: un suo amico, che sta molto vicino alle zone del terremoto di due anni fa in una piccola realtà agricola, ha detto che DUE SETTIMANE e sottolineo DUE SETTIMANE prima del terremoto scomparvero tutti gli uccelli. Nella sua tenuta, ne giravano tantissimi. Spariti. Altro che sismografi!! Non si sentivano nè vedevano uccelli sfrecciare, e solitamente ve ne erano moltissimi, come è normale, attorno ad una tenuta agricola.
    Ora vengo qui e leggo questa testimonianza di Pinuccia, la Pinuccia dal pensiero raffinato e sottile che tende l’orecchio agli uccelli, osserva la gazza, l’alba, i tramonti, il respiro del Cielo.
    Quindi l’occasione di raccontare degli uccelli spariti.
    Trovo che la tradizione, osservata qui in Controluce, sia un potente legame, un appuntamento che ci fa ritrovare, ma che fa anche ritrovare noi con i segni del Cielo.
    Questo Natale abbiamo anche una Cometa della quale non vedremo la coda. Chissà se il nostro Menestrello della Luna ci potrà parlare di questo. Ormai lo abbiamo eletto Messaggero del Cielo.
    A proposito di Stelle, il nipote di Pieffe (che si chiama mi pare Claudio) ieri mi ha scritto che il suo avo (Pieffe) si è schiantato facendo surf tra le stelle. Bè, noi non ci crediamo, e lo immaginiamo a cavalcioni sulla coda della cometa, quella coda che non è visibile da noi terrestri. E probabilmente se la ride.
    Un abbraccio a tutti quanti e caldissimi auguri ancora

  3. Magari Rieffe sta cantando a squarciagola le canzoncine di Natale cavalcando la coda della cometa che non si vede.

    Oh Pieffe: scendi dalle stelle, fallo con garbo però non puoi approfittare del Ghebbel più di tanto per farti coccolare con la scusa che a Natale siamo tutti più buoni!

    Pinuccia

  4. Si, puo’ essere che stia cantando a squarciagola, magari scavalcando colline e boschi.
    Stile elfo!!
    Un augurio grande al nostro Pieffe, ovunque lui si trovi. Noi lo amiamo comunque.

    In quanto al Natale che sono tutti più buoni, qualche giorno fa mi ha fatta sorridere una vignetta:
    Natale è passato, ora potete smetterla di essere tutti più buoni e ritornare ad essere gli str……. che eravate prima”….
    🙂
    Ciao Pinuccia!!! Un forte abbraccio….

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...