FILI

Fili che si attorcigliano che si fanno nodo fili che si srotolano che si sciolgono che stringono fili che allentano che sfilacciano. Fili che giocano che si abbandonano al vento che oscillano che si ritorcono si intrecciano si snodano. Fili che si tessono senza mani senza vento fili che rispondono alla voce di un albero fili che assorbono acqua lacrime pioggia. Fili che assicurano rassicurano. Fili che separano delimitano pronunciano l’alt più doloroso della vita. Fili che si tendono fili che si rompono. Fili che non tengono fili che si arrendono fili che circondano fili che imprigionano. Fili che difendono il nulla fili che mentono fili che rivelano. Fili che si spremono che si aggomitolano che circondano fili che diventano nido. Fili crudi, fili caldi, fili sottili di seta resistenti come acciaio fili di lana, pelosi in controluce, fili che strangolano soffocano uccidono. Fili come serpenti fili che sibilano fili che sollevano il pelo sulla schiena. Fili sensibili che avvertono allertano. Fili che impediscono fili che avvicinano che legano che incollano dita strette in preghiera fili di rosario. Fili di ragnatela fili che catturano fili insidiosi fili inesorabili fili che finiscono. Fili densi di corrente che accendono fili che si esauriscono. Fili di destino fili casuali o fili addestrati predestinati confezionati. Fili infiniti fili spezzati fili che resistono fili che raccolgono. Fili come ponti ora uniscono ora separano ora cedono. Fili di alito di vento di aria fresca. Fili di tanti nulla che si inseguono nel nulla fili inventati fili costruiti fili di illusioni fili che diventano tappeto maglione e fili che ridiventano gomitoli, gioielli trine delicate fili fragili fili invisibili fili indistruttibili. Fili di vita dentro altre vite fili che si insinuano si fondono si decompongono. Fili vibranti fili di memoria fili che trasmettono, ricevono fili che connettono. Fili.

daisy-3419545_960_720

 

2 pensieri riguardo “FILI

  1. Qualche annoi fa Pieffe aveva chiesto in Controluce quali giochi facevamo da bambini. Vedendo il nuovo post di Celeste mi è tornato alla mente un gioco che amavo molto : era quello di ” pescare” dei fili che erano sistemati in un certo modo tra le dita deòe due mani e creare nuove figure geometriche: non lo so spiegare con le parole e forse non ricordo nemmeno come si faceva, scusate ma è che non lo ho più fatto da chissà quanti anni.
    Come sempre un bel post Celeste: Complimenti!

    Un abbraccio Controlucini
    Pinuccia

  2. Ciao Pinuccia cara. A presto sentirci, innanzitutto.
    Si il gioco lo ricordo benissimo, lo facevo anche io con le mie compagne, e lo ricordo ancora bene.
    Mi torna in mente spesso, specie quando metto via dei nastrini. Una delle mie manie: non butto mai via nastrini e legacci vari per la serie possono sempre servire. Ed ogni volta mi ricordo di questo gioco. Lo si faceva anche con gli elastici che spesso si rompevano, frustando le manine.
    Bei tempi.
    Ricordo anche “palla guerra”. Per me era il terrore sacro perchè da ragazzina ero abbastanza imbranata (non che adesso sia un leprotto eh intendiamoci) ed ogni volta che all’oratorio veniva proposto, io volevo sprofondare. Le mie compagne erano molto più sveglie di me, molto più dinamiche e agguerrite… Giusto termine per giocare bene a palla guerra..
    Qui fa ancora caldo, 29 gradi a Milano centro. Sono appena rientrata da un’ora di camminata al Castello Sforzesco e ammetto, sono sudata. Il che non è bellissimo se si ha davanti un pomeriggio in ufficio.
    Ti lascio il solito grande e forte abbraccio che estendo ad eventuali altri passanti.
    A presto, ti chiamo.

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...