LO ZIO DEL CIUCHINO ovvero l’equinozio

.

Ecco che arrivo coi giochi di parole. Bè ragazzi è primaveraaaaa … Svegliatevi bambineeeeee alle cascineeeee. Ecc ecc ecc. Quindi ovviamente per restare in “lingua” non lo chiameremo asinello ma ciuchino. Del resto il controlucino tradizionale documento ci viene da Firenze, che omaggiamo.. come possiamo. Cazzate comprese.

Poi di ombre stiamo parlando no? Anche Esopo ne scrisse, dell’Ombra dell’Asino.

Copio e incollo:

Demostene, dibattendo una causa, vedendo che i giudici erano poco concentrati disse: ” Datemi un po’ di considerazione, vi dirò una cosa nuova”. Avendo alzato le orecchie quelli e avendo preparato gli animi, così parlò: ” Un adolescente ateniese era sul punto di salpare per Megara aveva portato un asino, che aveva affittato. Durante il viaggio, poiché il sole ardeva talmente tanto da non poter andare avanti, e non essendoci ombra, in cui rifugiarsi, posò il soma e si mise all’ombra dell’asino, per essere protetto dal suo corpo. Però il palafreniere si arrabbiò, portando a sè l’asino dicendo di aver posto in affitto l’asino e non la sua ombra”. Demostene affermando codeste cose, osservando gli uomini che udivano molto scrupolosamente, se ne andò. Così richiamato dai giudici e gli fu chiesto di continuare raccontò il resto della storia: “Cosa? – affermò – preferite sentire dell’ombra dell’asino, e non udite la causa di un uomo e della sua vita e i suoi diritti?”.

Vuoi vedere che “EQUINOZIO” arrivi da li?  Ok… Non mandatemi al diavolo (e men che meno all’asinara)

Posto la foto del Ricc. E chiudo con un quesito: perché si associa all’asino una persona stupida? Forse perché è un animale umile, un gran lavoratore?

La foto è stata scattata sabato, 24 marzo. Per via della pioggia non è stato possibile farla il giorno 20, nemmeno il 21. Eccola qui, l’ombra. Quella che basta. Quella che fa la ronda. Quella che ci circonda. Quella che ogni tanto, come me … è bionda.

Baci

download_20180326_125517 (002)

.

 

7 pensieri riguardo “LO ZIO DEL CIUCHINO ovvero l’equinozio

  1. Come si può leggere nelle nostre schede, l’asino è un mammifero appartenente alla famiglia degli Equidi addomesticato da millenni e usato principalmente come animale da soma. Nonostante sia un animale conosciutissimo ed ampiamente presente anche nel nostro quotidiano, in pochi si immaginerebbero la quantità di allegorie in qui l’asino è protagonista. Il simbolismo dell’asino ha radici lontane ed è diffuso in diverse culture con significati a volte positivi e altre negativi. In Grecia era considerato simbolicamente l’animale contrapposto ad Apollo, il Dio protettore
    di ogni armonia della natura e dello spirito, e quindi l’asino era visto come l’antitesi dell’armonia.
    L’asino ha ancora grande importanza presso molti popoli, ed è stato oggetto di culto presso popoli orientali e africani.

    L’asino da sempre è stato definito come un animale testardo e stupido quando invece incarna caratteristiche opposte. Gli asini sono infatti animali molto obbedienti, con una grande capacità di apprendimento. Molto fedeli al proprio padrone, del quale tendono ad assimilare comportamenti e carattere, gli asini riflettono la capacità del proprietario di essere amabile nei loro confronti. Conseguentemente a un’educazione non corretta, può sicuramente diventare un animale piuttosto testardo, e questo gli ha guadagnato un’ingiusta fama di scarsa intelligenza. Gli asini sono quindi divenuti famigerati per la loro ostinazione e testardaggine, anche se questa cattiva fama si deve ad una cattiva interpretazione del comportamento dettato dal suo istinto di conservazione: quando si vuole forzare un asino a fare qualcosa che sia o gli sembri contrario ai propri interessi sicuramente lo troveremo estremamente recalcitrante. Oltre che simbolo di testardaggine, l”asino è considerato anche simbolo di ottusità e ignoranza: infatti compare in tante allegorie e/o simbologie quali quelle nella favola Pinocchio di Collodi come anche nell’uso comune il copricapo con orecchie d’asino e l’appellativo di asino o somaro (o somarello) spettano allo studente pigro e svogliato o comunque poco intelligente.

    Fonte: http://www.safariravenna.it/gite-scolastiche-viaggi-istruzione/lesperto-risponde/

    Un sorriso,
    Marinz

  2. Grazie caro Marinz e bentrovato su questo spazio. Dal quale latito ampiamente, come anche nel tuo, e mi dispiace molto. Cambierà anche questo vento.
    Mi dispiace per la fama che questo animale ha.
    Meraviglioso animale e, come anche leggo qui, capace di ironia e quindi di intelligenza. Il quadro che descrivi lo accosta al cane: fedele al padrone, con grandi capacità di apprendimento e di dare e ricevere affetto. Eppure è diventata proverbiale la sua scarsa intelligenza e ottusità. Mah.
    Mi dispiace anche quando all’augurio “in bocca al lupo” la gente risponda “crepi”.
    La bocca del lupo è il luogo più sicuro per i cuccioli: in bocca al lupo significa proprio “che tu sia protetto, come un cucciolo in bocca alla sua mamma”. Ma si può rispondere “crepi”? Ma tant’è. Il fatto è che la gente parla per luoghi comuni e non si domanda nemmeno se quello che sta dicendo sia una cosa intelligente o vera. La dice e basta perché “si dice che….”

    Sempre di più mi rendo conto del gregge, che segue “tendenze” e mode. Vogliamo parlare della cucina’ Tutti chef!!! Oh tutti eh!!!
    Tutti che parlano della pentola giusta, della cottura perfetta, del micro e macro, dell’architettura in cucina, di quella sperimentale, dell’azoto ecc. In questo modo si UCCIDE la tradizione della GRANDE CUCINA ITALIANA.
    Complimenti vivissimi.

    Proporrei la “giornata dell’asino” sempre che non esista già. Oggi ci sono giornate dedicate a tutto e di più. E poi magari anche la giornata “delle lasagne alla bolognese”.

    Le favole sono, in genere, oggetto di tanta sapienza, ma, se prese alla lettera, il loro significato viene profondamente distorto. Peccato.

    Un giorno, in gita su un’isola croata, conobbi un asinello. Stava in un recinto, tranquillo. Tanta gente lo accarezzava, qualcuno gli dava dello zucchero. Altri bambini invece lo schernivano, e alcuni .. sollecitati dai propri genitori. Come dire: un’onda di immondizia sulla bellezza.

  3. “World Donkey Day” … la giornata mondiale dell’asino esiste e si celebra l’8 maggio … come sempre in america hanno una giornata per tutti…

  4. Buongiorno a tutti
    Porto gli auguri da parte di Pinuccia e i suoi personali ringraziamenti a Ricc per la tradizionale fotografia. In questo momento non può scrivere personalmente, quindi sono la felice messaggera di queste parole. Le ho raccolte con rispetto e gratitudine e qui le poso, delicatamente e con tanta gioia.
    Aggiungo i miei personali auguri a tutti quanti e cerco di evitare scontatezze e frasi fatte. Vorremmo tutti un tempo di pace e di serenità vera, per il nostro Paese e per tutto il mondo, in generale.
    Nel nostro piccolo, tanti soffici baci e carezze, e momenti di tenerezza che il pulcino ben rappresenta. Mi viene da aggiungere che in questo mondo pieno di contraddizioni, il pulcino che ci fa tanta tenerezza, è il pollo che mangiamo, allevato in batteria. E che gli occhi del mio cane mi ricordano che io la Lara non la mangio… e posso dire l’agnello nemmeno, e da anni. Per il resto, ci sto lavorando. Ma chiudiamo la parentesi altrimenti non ne usciremo vivi…
    Un fortissimo abbraccio a tutti quanti e un augurio di sorrisi e gentilezza.
    Ecco cosa serve: non cose, non cibi sofisticati… Ma gentilezza e sorrisi. Serve la gente buona, serve l’odore del pane, serve il lavoro delle mani. Il grano che matura. La gente vera.

  5. Trilussa, grande estimatore dei Somari, ha sempre anticipato i tempi

    – Quello che te fa danno è la modestia-
    disse un Cavallo a un Ciuccio – ecco perché
    nun sei riuscito a diventà na bestia
    nobbile e generosa come me!

    er Ciuccio disse: – Stupido che sei!
    S’io ciavevo davvero l’ambizzione
    de fa cariera, a st’ora già sarei
    Ministro de la Pubblica Istruzzione

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...