20 pensieri riguardo “BUON NATALE

  1. Celeste tricottratrice. Brava! Non l’avrei mai detto! Si scoprono sempre nuove abilità della nostra padrona di casa

    Ti avevo confusa con la piuma bianca che si libra leggera nell’aria tra la neve che scende giù dal ciel…
    Devo proprio rifarmi gli occhiali!!!

    Pinuccia

  2. Sarò banale. Auguri di buon Natale o buon solstizio a tutti:

    A Sir Biss con le sue golosità.
    A Carola con le sue meravigliose storie.
    Al bimbo di Carola un augurio per i suoi studi.
    A Riccardo con la meridiana di Firenze
    A Marinz
    A Zar Zigulì che ha aperto la pagina” non solo gatti”
    A Simonetta
    A Roberta
    A Pieffe, che anche se pedala con la sua astronave per altri lidi, è sempre qui tra i nostri pensieri.
    A Celeste, l’impareggiabile padrona di casa e ai suoi dolcissimi amici Laretta e Raf

    Pinuccia e Francesca

  3. Ricambio gli auguri a Pinuccia e a tutti, ma proprio tutti.
    Alla specialissima Celeste auguri speciali. E un bacio sul naso a Lara e Raf.
    Jingle Biss

  4. beh, che dire.
    C’è stato un tempo che la parola “auguri” mi faceva entrare i nervi. Perchè non si passa per la strada incontrando uno e dicendo “Oh, auguri eh? Anche alla famiglia” Ma come “anche alla famiglia” “Auguri eh”?? Queste cose bisogna sentirle perdio, non può essere un intercalare funzione della data. E’ una cosa complicata eh… perchè come si dice qui, “meglio che una pedata negli stinchi sarà”. E invece boh. Magari sarebbe anche meglio tirare diritto e non sottolineare un incontro che proprio non ti dice nulla, un saluto che si fa solo per non fare brutta figura e non passare male.
    Ma poi sono invecchiato, ops… cresciuto. E ho capito che magari una gemma di brace sotto la cenere del cuore ancora anche in quel “auguri eh”, e che la mia presunta purezza avrebbe anche potuto essere, nella realtà di qualche caso, ariditià di certezze talebane, false e autoreferenti…
    “Panta rei”. Lascia che il fiume scorra. Ma non perderti niente, aggiungo io. E quando facciamo gli auguri, che siano proprio veri. non che dubiti del popolo di controluce, ci mancherebbe solo questa: è così, una riflessione.
    Vabè, vabè. Torniamo a noi.
    Belli gli auguri di tutti, che ricambio nel senso che ho noiosamente spiagato sopra. Ma come non rispondere a Pinuccia, mi dico?
    E si, non potevo mancare il solstizio d’inverno. Non potevo mancare la rinascita. Non potevo mancare quel groppo alla gola di quando sai che la discesa è finita, e che domani il Sole sarà impercettibilmente, lievissimamente, ma inequivocabilmente un pochino appena più alto di ieri. Che il vento cambia, anche se pensiamo che, dato che è il primo giorno di inverno, stiamo entrando ora nel periodo più buio. Non è così, è meglio di così: è un simbolo di speranza e di rinascita (quante volte ho sentito citare queste parole dalle persone più false e buie…) che le cose del mondo, le nostre cose più vere, quelle che abbiamo davanti da sempre, che non ci hanno mai lasciato da quando siamo bambini che si giocava per la strada, ci danno. Basta solo che ci fermiamo a guardarle, alzando gli occhi dal nostro smartphone per un secondo.
    Per cui metto qui la “mia” meridiana, che è stata anche restaurata ed è proprio bella, che urla la sua gioia. 🙂
    Ciao controluci.

    NDR
    i link delle foto su due commenti di sotto (cele), a commento 12

  5. Ma dai! In Controluce gli auguri sono speciali, lo sappiamo tutti.
    Fare grandi proclami non è nel nostro stile, siamo un po’ selvatici, riservati,anche giocherelloni.

    Quindi Auguri e grazie Ric, sempre così puntuale con le foto che ci dimostrano il gioco delle ombre del lungo cammino del sole. Che poi con i fiocchetti di neve di Celeste diventa speciale. Grazie di nuovo.

    Un augurio a Celeste per il suo Natale ( ihihih…)

    Pinuccia

  6. GRAZIE A TUTTI, GRAZIE PINUCCIA!!
    Le foto di riccardo sono uscite troppo grandi. Adesso cercheremo di riparare

    intanto allego i link per poter godere di foto complete e di dimensioni “normali”
    Eccoli qui. Basta cliccare sopra. Poi un giorno scopriremo come fare meglio, senza dover usare link.
    Ps: guardate la silhouette di Riccardo sul pavimento!!! eh!!!

    https://lucecontroluce.wordpress.com/?attachment_id=3739

    https://lucecontroluce.wordpress.com/wp-admin/post.php?post=3738&action=edit

  7. Visto?
    a tale proposito ho scoperto una canzone MERAVIGLIOSA. Dopo le feste la condivido.
    Un abbraccio a tutti quanti e mille auguri…
    Ora vorrei trovare un gatto vestito da auguri… Poi torno
    hihihihiih

  8. E cosa avrebbe la mia shilu… siluh… la mia ombra??
    Magie del solstizio d’inverno, con le sue ombre luuuuuunghe. Anche un rinoceronte parrebbe una mannequin. Ci si rivede il 20 giugno eh.
    R

  9. Perchè dopo le feste?
    In quanto al gatto, ho chiesto a uno dei miei di posare per una foto ma mi hanno risposto picche. A tutto c’e’ un limite, hanno miagolato…
    Di nuovo auguri. Complimenti a Ricc e un abbraccio a voi.
    Sir Biss

  10. Ric: è la tua prima apparizione in Controluce! Abbiamo la prova che esisti e non sei solo una nostra fantasia!
    Ma che ci fa la macchina dei carabinieri laggiù, laggiù….

    perchè solo il 20 giugno? c’è l’equinozio di primavera….. Non ce lo vuoi testimoniare?

  11. Pinuccia, cotanto ardir è alfin bizzarro anzichè no!
    Del Sol fioco la luce l’ombra proietta sulla fredda pietra, ma dell’armatura mia, e non di me che non esistendo, esisto più dell’omo che di se nulla sa, e perciò esite!
    Per qual curioso motivo pronunci questo astruso nome che tu dici … Riccardo? Appellarmi Agilulfo dovresti: anche la lingua inciampa nel dir questo tuo ruvido nome, quanto liscio e pieno in guisa di lento fiume, e potente lo è invece lo mio, e puro!
    Occhio che ti fo tò tò sulle manine eh?
    🙂
    R

  12. Ardisce la mia chioma canuta messer Agilulfo e poi a chi posso chiedere se non a chi bazzica da quelle parti?
    Meridiane ce ne sono ovunque, anche in queste sperdute contrade campestri, ma la “vostra” è speciale perchè ormai è un classico qui in Controluce.
    E poi si dice: mai lasciare la vecchia via per la nuova: si sa ciò che si perde, mai ciò che si trova..
    Messere che paura se mi minaccia con il tò sulle manine: Come ho scritto più sù sono canuta, quindi.

  13. Che belle queste cose!! queste disquisizioni tra Pinuccia e Riccardo o per meglio dire questo parlar con gusto fine… e affine. Siete dei fuoriclasse tutti voi controlucini miei.
    Mi mancano i pomeriggi o le nottate con Petula Pieffe Gil … e ovviamente tutti voi. Nascevano cose meravigliose. Una mia cugina acquisita, ma soprattutto una persona amica da molti anni, che da poco legge Controluce, domenica scorsa mi ha detto che legge anche gli interventi e il suo commento è stato: ma hanno tutti una gran testa!!
    Ehhhhhh!!! Mica pizza e fichi qui eh! Nemmeno unto di fagioli.
    Approfitto per salutarla: Ciao Tere! Mille baci. La donna dal cuore enorme.

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...