EH VABÉ !!!!

Chi mi conosce mi farà nera per via della mia allergia per le commemorazioni ricorrenze celebrazioni di ogni tipo

ma siccome nel post precedente leggo tante cose belle allora…. Ecco ..

1 CONTROLUCE, 400 POST , 5909 COMMENTI,  120 mila circa VISITE (Splinder+WP)

GRAZIE !

47 pensieri riguardo “EH VABÉ !!!!

  1. Quanno ce vo, ce vo….. ( o: Quand cui vo, ui vo! in piemontese ) ricordare che Controluce ha 400 post, più i commenti e le visite è bello, bellissimo. Auguri a Cele e a tutto il suo fans club!

    Pinuccia

  2. brava celeste…ogni tanto fa bene fare anche qualcosa di diverso dalle proprie consuetudini! approvo incondizionatamente i festeggiamenti per controluce

  3. Ma certo!
    “L’esperienza è una lanterna accesa, appesa dietro la schiena che illumina il sentiero già percorso”. Confucio.
    Questo sentiero già percorso è stato per me il rifugio segreto dove spesso, quasi sempre…anzi sempre mi ritiro e passo il tempo a tuffarmi nei nuovi vecchi post e commenti tutti, e allora tante considerazioni, tanti silenzi hanno vestito la mia vita…e anche tanti insegnamenti. Tanti auguri e tanto di tutto.
    Carola

  4. Di nuovo tanti auguri e la mia approvazione a cio’ che ha scritto Carola.
    Controluce e’ proprio speciale. Cele e’ super.
    Tutti voi una compagnia piacevole.
    E chi si muove da qui…

  5. Bene: dall’alto delle mie orecchie proclamo con entusiasmo: Viva lucececontroluce, viva Cele e… viva la gnocca (che non c’entra niente ma ci sta sempre bene).
    Pieffe

  6. Pieffe
    mi sa che arriverà il Riccardo (se compare come ha promesso nel post precedente)
    Io qui un metto verbo.. No no …

    A TUTTI
    Grazie!!
    400 articoli.
    Alcuni in CONTROVENTO, altri CONTROCORRENTE, con Pieffe che sfreccia con la sua astronave in CONTROMANO (servono le CONTROMISURE: gli mandero’ tutte le multe!)
    CONTROVOGLIA non abbiamo mai fatto niente.
    E tutto questo in CONTROLUCE!! Spettacolo!!!
    CONTRACCAMBIO tutti i complimenti ricevuti qui.
    CONTROLUCE è il CONTROVALORE di questo affetto, è un blog senza CONTROINDICAZIONI… O quasi! (Alcuni invidiosi dicono che è un posto di matti). Mah!

    Marinz:
    come no!!! Al mitico Magenta quando vuoi ma anche in altro luogo.

  7. Auguri a Celeste e a Controluce.
    Appoggio pienamente quanto scritto da Carola. Approvo la proposta di Pinuccia degli gnocchi al pesto, il negroni di Marinz (ci autoinvitiamo tutti…virtualmente) magari da sorseggiare sul lungo lago mentre vediamo Pieffe che con la sua astronave a pedali atterra clamorosamente in acqua…giusta punizione per essersi scordato di passare a prendere messer Riccardo alla stazione!!
    Affettuosissime fusa a tutti
    anche da Lucertola che non è capace.

  8. OOOOOOO vi lascio soli un attimo e giù gnocchi di gnocca in pineta??? MA oh! Essai, l’è anche novembre, e la unn’è nemmen primavera eh (svegliatevi bambine http://www.youtube.com/watch?v=3xibJlSP2Rg
    Troppo bella… E a tarda sera, madonne fiorentine, quante forcine si troveranno sui prati in fior)
    A-hem!
    OK
    Beh, che dire Cele: au contraire ma cherie. Anche io sono allergico alle ricorrenza, vedo con terrore l’appropinquarsi dell’ultimo dell’anno, ma qui, caspita, ell’è tutt’a n’attra hosa eh. Ba! Questo salotto, che di internettiano ha solo il supporto, (ahimè mi vien da dire, o thanks the lord, piuttosto, dipende dai giorni e dai momenti) mi fa compagnia da anni ormai. E’ un posto a tutti gli effetti. Reso vitale dalla tua creatività, sensibilità, costanza e… pepe, così come, parimenti, dalla personalità di tutti noi che bazzichiamo da queste parti. Ora, lungi da me cadere nell’aulico o nel celebrativo, però… è un gran bel posto. Mi piace anche ogni tanto girare per i vecchi post, e leggere i commenti che si sono susseguiti. Le scazzottate verbali, cerebrali o scherzose o dialettiche o nonsense. Bellissime. Ti fa dire: “chapeau, tanta roba…”. Mi piace rivedere le foto, e anche perchè no, usarlo come una timeline della mia di vita recente, in quando associo ai post, ai commenti, anche ricordi della mia di vita, in stile madeleine di un piccolo Proust (nn’è che mi stesse proprio simpatico, eh, sto Proust, ma vabè).
    Credo che Controluce, ormai, sia … boh. Eh, cos’è? Non è un Blog. Non credo lo sia mai stato. Non è giornalismo, non è un diario. Forse a volte lo è stato in maniera criptica, non so, ma è anche i’ su’ bello, o no? Non è nemmeno un posto da “appassionati di… ” che a me suscitano un po’ di tristezza. “Appassionato di” è qualcosa che ha due chiavi di lettura: da una parte grande competenza, persone che condividono un interesse, quindi qualcosa di bello. Ma inevitabilmente, per me, ha il retrogusto di “limitato a”, cioè qualcuno che sa solo di quello, che parla solo di quello… Verso la fine dell’università mi aggregai ad un gruppo di “appassionati di ferrovie”. Tutto parlavano, fotografavano, sapevano, compravano SOLO di ferrovie. Tutta gente supercompetente percarità, ma ho resistito pochi mesi. Non fa per me. E si che i treni mi piacciono, ma mica solo quelli! Qui invece ci sono le persone, “il dentro” di loro, con tutte le sfumature, che seppur ben celato da modi urbani, poco a poco, volere o volare, viene fuori, e fa sorridere … è un bonario “ti ho beccato…”. E Cele ci unisce, in questo posto… e trovo tutto questo veramente bello, e raro. Posto che va “un po’ al di là” di quello che credo un po’ tutti, qui, mi pare che pensiamo, ma che abbiamo se non paura, per lo meno un po’ di boh, cautela, a dire, non fosse che è qualcosa di immateriale, su internet per di più, ed è che a questo posto un po’ gli vogliamo bene.
    Ecco, l’ho detto.
    Ecco, ecco. L’è l’una, sapete, e anche i teatranti si ritirano per il meritato riposo. Si lasciano i costumi, si spengono le luci. Si mette il naso rosso sul tavolino e ci si lava dal trucco.
    Per stasera, fino a domani, “applausi, sipario”.
    Grazie Cele, e grazie ai controlucesi: mille e mille di questi post.
    Notte
    R

  9. mmm… in effetti quello che ho scritto ieri sera presta il fianco a interpretazioni diverse, e mica proprio belline eh. Evabè, succede di spiegarsi poco bene a volte: uno ha qualcosa in testa, lo scrive, e gli torna. E succede che rileggendolo il giorno dopo … il senso è magicamente un altro, magari molto distante dalle intenzioni, e questo mi pare il caso.
    Allora vorrei spiegare meglio il senso del naso rosso.
    Quanto sto per dire credo che si applichi più agli uomini che al gentil sesso, quindi vogliano perdonarmi le gentili signore. In ogni caso per evitare generalizzazioni, mi riferirò a me, non facendone una questione di genere o altro
    Allora: quando voglio parlare di qualcosa che MI sta a cuore, succede qualcosa di simile al prendere l’ascensore, e scendere di un livello dentro di me. Anche un paio. Quelli che lascio sopra sono piani di difesa, o anche più semplicemente di convenzione sociale.
    Non sempre questo è un male, anzi, c’è un’espressione americana che è TMI, ossia “too much information” che significa:
    “Espressione che indica che qualcuno ha rivelato informazioni che sono troppo personali e reso l’ascoltatore o il lettore a disagio”.
    http://en.wiktionary.org/wiki/too_much_information
    Quindi bisogna stare attenti a parlare di quello che ci s’ha dentro, per se e per non mettere a disagio gli altri.
    Stesso concetto è reso dal proverbio secondo il quale “Arlecchino si confessò burlando” ossia confessare qualcosa sotto forma di finta, scherzo o canzonatura.
    http://www.latignano.it/?p=1084
    Da qui il naso rosso, cioè per non entrare a gamba tesa nella sensibilità di tutti, ho preferito metterci un po’ di battute, un po’ di scherzi, prima di dire quello che, detto così a freddo, diretto, avrebbe sortito un brutto effetto. Insomma, per non parafrasare il mio pensiero diluendone il contenuto, cosa che forse ho già fatto, riporto quanto già detto, ossia:
    “Posto che va “un po’ al di là” di quello che credo un po’ tutti, qui, mi pare che pensiamo, ma che abbiamo se non paura, per lo meno un po’ di boh, cautela, a dire … ed è che a questo posto un po’ gli vogliamo bene”
    Questo intendevo.
    fffffffffffffffffffffffffffff!!!!!!!!!!!!! che fatica! E capita che “sia peggio la toppa del buco”… eh, capita si. Ma sto al rischio.
    Regards
    R

  10. Riccardo:
    C’è il bisogno di proteggere i propri pensieri e la voglia di consegnarli…
    Si sta nel mezzo, quando si scrive in “pubblico”. Mediazioni, compromessi. Scoprire la pelle o non scoprirla? this is the problem …
    E’ una sensazione che conosco. Mediazioni e compromessi sono presenti sempre quando si scrive di anima, di sentimenti, di cuore, di pelle. Per forza.

    Non è una toppa semplicemente perchè non c’era buco….
    Almeno non per chi sa leggere dentro il Controluce.

    Quindi no…. il buco casomai l’ho fatto io: non c’era naso nè maschera nè cerone. Era evidente non fosse altro per tutti i contributi che hai portato qui.

    Pero’ grazie per la toppa, a nome di tutta Controluce. La teniamo nel cassetto non-si-sa-mai, insieme ai cerotti per le orecchie di Pieffe (ogni tanto le chiude nello sportello dell’astronave e una volta c’era anche la coda di Petula).

    Bello averti.

    PIEFFE:
    niente battute sulle toppe eh. Sono 2 T. DUE.

  11. No, veramente in “toppe” non ci sono 2T, ci sono 2P. Viceversa in “tope” ce n’è una sola di P. E pensa te, è pure plurale!.
    R

  12. ‘un sta’ tanto a guardar pel sottile. Suvvia: toppe o tope eran sempre parti c’una volta avean a che far con le donne. Le une si mettevan sopra qualcosa e l’altre sotto. E ‘un state tanto a far i pignoli!!!

  13. Questo BLOG che era CELESTE da diventando a luci ROSSE.
    Ora vi richiamo tutti all’ordine!
    Chiamo un esercito di tdp (SirBiss sa … ) e vi faccio sculacciare tutti quanti.
    E se non basta, provvedero’ di persona… Sai le soddisfazioni?

  14. Esercizio per gli studenti: calcolare il diametro del pel sottile per tirare il carro di buoi.
    Ok la smetto.

  15. mmmh….’un ce la fo’ miha a star zitto!!.
    Gli è che da stamane mi frulla in capo sto dubbio: “Ma se per aprire la porta bisogna girar la chiave nella toppa, per aprir la topa cosa mai ci si deve industriar a girare?”
    Me ne torno rapidamente sullo spazio inseguito dal GOPIRAC (Gruppo oltranzista per ripristino angelica celestialità)
    VVVVRRRRRROOOOOMMMMMM……

  16. Vero. L’azzurro si sta trasformando in rosso.
    Pero’, ogni tanto se po fa’…
    Cele
    Se non trovo a breve tdp validi, vengo a darti io una mano per le sculacciate. Sai che dolore…

  17. beh, la soluzione mi pare ovvia:
    posto che toppa sia una forma errata della parola topa, ne segue chiaramente che la chiave havvi a intendersi inevitabilmente come “ciava”.
    Il resto della dimostrazione si lascia come facile esercizio per gli studenti veneti di cui sopra.

  18. Walli-e autaci te!
    Sta facendo da sfondo in questo momento e alza gli occhi al cielo.
    Ma forse cerca lei, Eve la sua compagna.
    Insieme salveranno una piantina, quando il pianeta terra sarà definitivamente bbandonato e ridotto a discarica. Una piantina verde. Già.
    E siccome lo sfondo cambierà (questa era una occasione speciale) ecco che lo posto qui, cosi ci rimane per sempre.

  19. Bello essere qui in questo post n. 401 anche con gli ospiti monelli.
    Simpaticamente e comunque sempre elegantemente monelli.
    Controluce è bella così. C’è sempre gioco delicato anche quando condito con il peperoncino.

    Un bacione a tutti ma proprio a tutti, ai topi alle topine ai tronchi di pino e anche agli gnocchi al pesto e al pomodoro. Mi avete fatto venire l’appetito.

    Mi sa che mi preparo un caffè al ginseng. Pieffe di sicuro starà preparando un tè con una grattatina di zenzero o scorza di arancia (lo prepara buono per davvero, l’ultima volta l’ho fatto io ma non era la stessa cosa).

    Grazie per i sorrisi e l’affetto.
    E per i giochi di parole, tutti.

    Qui è sempre aperto, c’è la chiave… ehmmm se non nella toppa…. sotto lo zerbino.

  20. Ma che dici Pinuccia! Non lo vedi che non ha le orecchie?
    Comunque la soluzione topo-logica del Ric mi pare corretta: come dire che ha trovato la giusta chiave, anzi per esser chiari, direi piuttosto il giusto colpo di chiave.
    Tuttavia il problema resta aperto nella toponomastica che, come tutti sanno si applica ai topo sdentato (il topo-no-mastica)
    E infine vi avviso che c’ho Miciola che cerca da giorni e giorni la moglie dell’isotopo, e non riesce a trovarla. Ne sapete nulla?

    Riparto subito.

  21. Ma l’isotopo non è il topo certificato?

    Un tempo era molto piu’ semplice: c’erano Tom e Jerry e Silvestro e Titti, e Topo Gigio e tutto finiva li..
    O tempore o mores!

  22. e Mototopo ce lo dimentichiamo?

    comunque le mototope sono da sempre un irresistibile richiamo… scusate ma anche gli ingegnerei c’hanno l’ormone (bionico?)

  23. Il mototopo è BELLISSIMO.
    Pieffe ci fa le gare interstellari e quelle extragalattiche. Petula dall’alto della sua felinità fa l’arbitro.

    Cosa sono le mototope?

  24. ovvio, le sette mogli del mototopo.
    Che corrispondono alle sette mogli di Pieffe. Insomma tutte quelle che fanno la calza quando i mariti fanno la gara nel cielo, il punto croce, e magari anche taroccano i braccialetti di Cruciani… Parliamone!!!!

  25. Pieffe: ho detto così, perchè pensavo che Willi appartenesse al ramo metallaro della tua famiglia e che, a forza di ascoltare rock duro…….. avesse perso le orecchie,,,,,, errare è umano.

    Pinuccia

  26. ramo metallaro è bellissima!
    anche pieffe ascolta musica metallara. Ogni tanto costringe le sue sette mogli ai fornelli!!!
    O quando cerca di fabbricare i coperchi su commissione del diavoletto.

  27. Beh, non può dire che è senza orecchie, vero?

    Lasciamo che la topa transiti, magari si ferma qualcosa di meglio ………. anche per le femminucce che qui sono in maggioranza,

    Pinuccia

  28. vabbè.
    Passiamo ad altro.
    Cele ma chi te l’ha passata la foto di Pidopo? (Pidopo è il figlio di Piprima).

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...