OMAGGIO

Ehi, si, sono proprio io, la Matilda di SirBiss e Silvia. Dal giorno in cui ho avuto l’onore di essere pubblicata tra i gatti sapienti, sono cresciuta, vero?
Ora sono qui che riposo, tra l’erbetta. L’erbetta qui è … di casa. Non potete sapere quanto! Altro che l’erba di Grace!!! Qui non si scherza mica. Erbette e giardini e orti mi circondano. La mia famiglia, quella umana, intendo, mi ha lasciata sola, hanno preso il traghetto, i traditori, e se ne sono andati, lasciandomi a fare la guardia. Io ho cercato di spiegar loro che non sono un cane ma una gattina … Macché! Comunque nel caso, miagolerò. Qualcuno arriverà. Magari con un’astronave, tutina da marziano, a salvare me e la casa, lucertole e tartaruga. Eh si, qui c’è anche Gigia, la tartaruga, che a memoria del padrone di casa, ha più di mezzo secolo. Ora vi saluto, torno a sonnecchiare. Vi lascio una cosa scritte qui sotto, da un illustrissimo scrittore, si chiama Borges. Ecco, lui sì che aveva capito tutto di noi felini. Ma anche molto degli umani, e anche oltre ….

Miaooooooooooooooooooo

.

Matilda tra l’erbetta. Foto di Silvia, grazie Sissi.

Non sono più silenziosi gli specchi
nè più furtiva l’alba avventuriera;
sei, sotto la luna, quella pantera
cha a noi ci è dato percepire da lontano.
Per opera indecifrabile di un decreto
divino, ti cerchiamo invano;
più remoto del Gange e del Ponente,
tua è la solitudine, tuo il segreto.
La tua schiena accondiscende la carezza
lenta della mia mano. Hai accolto,
da quella eternità che è già oblio,
l’amore di una mano timorosa.
Sei in un altro tempo. Sei il padrone
di un abito chiuso come un sogno.

J.L.BORGES

15 pensieri riguardo “OMAGGIO

  1. Chi si rivede!!! Ma come sei diventata grande!
    Che meraviglia, assomigli sempre più a Miciola e con gli occhi chiusi hai la stessa faccia, ai limiti fra l’innocenza e la delinquenza, di “colei che sa”.
    Noi umani non sappiamo cosa sa, ma lei sa che non sappiamo cosa sa: perciò lei sa una cosa in più rispetto a quello che noi pensiamo di sapere che lei sappia.
    Chiaro no?

  2. Matilda ringrazia e si gatteggia (non potevo mica scrivere ‘pavoneggia’).
    Grazie a Celeste, a Pieffe per ii complimenti e a tutti quelli che passeranno di qui.
    Un abbraccio
    Sir Biss

  3. Ma che bella micetta: Milck e Uli si auto propongono come spasimanti, sempre se Matilda accetta la loro corte.
    Eh si, i gatti sanno. Sanno come conquistare il cuore di noi che ci crediamo umani, sanno darci lezioni di vita anche solo nel modo in cui dormono.
    Ma qui siamo tutti miciofil, che sto a parlare. Sappiamo tutti come funziona. E poi c’è una gatta che gironzola da queste parti e conosciamo tutti la sua saggezza, la sua ironia, la sua simpatia: vero Petula?

    Pinuccia

  4. No no pinuccia io non so mica come funziona…
    Non conosco i gatti, un po’ di più da che c’è controluce, ma non per esperienze dirette,
    La mia ultima esperienza diretta è un morso di Miciola al mio dito medio sinistro ….

  5. Miciola ha tre zone preferenziali per i grattini e le coccole. Le orecchie, la testa, la gola. Nelle altre parti del corpo al primo grattino sbagliato muove la coda, al secondo manda indietro le orecchie e al terzo affonda voluttuosamente i denti come una flebo.
    In ciò vige un principio pieno di saggezza che non accetta servilismi: “i grattini devono piacere a me che li ricevo mica a te che me li fai; sono esigente, ho un pelo raffinato e perciò vedi di farmeli come si deve”.
    Tale trasmissione iniziatica è stata elargita anche a Cele che ha appreso immediatamente…giurando col suo sangue….

  6. p.s.: in quella occasione mi sono accorto che Cele, oltre all’iniziazione gattifera, aveva avuto quella alla parolaccia romana: infatti reggendosi il dito trapassato disse un meraviglioso “…rtacci tua” che Miciola (essendo ormai romana d’adozione) ha interpretato come un apprezzamento.

  7. Avrei detto che Miciola avesse dato un bacio molto, ma molto passionale al dito della nostra Cele.
    Eppoi… cosà è una goccia di sangue………
    Pensa se fosse stata una pantera o un rottweiller invece di una semplice e bonaria micetta cosa sarebbe successo…

    Pinuccia

  8. no no …. lei È una pantera! Non avete visto che denti???? Pieffe metti un link per piacere di quella specie di dracula fefino ferox che tieni in casa accidentallei .. Altro che… Provare per credere!!

  9. Matilda bellissima, ti potrei proporre mio figlio Zar Zighulì II, per gli amici Zighulì.
    Buon partito, apprezzato anche se già “maturo”. Un gatto d’esperienza è più affascinante. E poi… ultimamente ha fatto una flebo alla vicina veterinaria che voleva farla a lui. Non si fa mettere le zampe in testa da nessuno.
    Comunque cara Matilda, anche noi gatti di questo davanzale siamo abituati a far la guardia quando i padroni non ci sono. Ci mettiamo tutti sul davanzale, tre gatti più Lucertola e guardiamo Pieffe che puntualmente sbaglia rotta quando deve atterrare.
    Miaoooooo affettuoso alla nobile Matilda e a tutti gli amici di questo sempre bel salotto.

  10. Cele: un’idea mi permetto di suggerirtela: apri un’agenzia matrimoniale per felini single: magari ci fai dei soldi. Chissà! Persino Petula propone “suo figlio” come spasimante per Matilda.

    Se Pieffe sbaglia rotta quando atterra, non sarà il caso di suggerirgli una visita oculistica?

    Buona giornata a tutti
    Pinuccia

  11. Pinuccia non dare retta.
    Io non sbaglio… ma sono imprevedibile. Sob…a me stesso qualche volta.

  12. Bè Petula: ora però ci parli di questi atterraggi sbagliati!!
    Pendiamo tutti dalle tue labbra e dalle tue zampe, ma anche dalla coda.

    Pinuccia:
    Utlimamente non è importante “fare soldi” piuttosto sopravvivere… E la tua è una splendida idea!!! In un sito speciale, ci sono gatti sapienti, che a ben guardare è già un catalogo. hih ih hi hiiiii .
    Tutti potranno avere tante opportunità, eccetto Miciola che ormai è stata svelato qui sopra, che è un diavolo. Un diavolo, mica una gatta.

  13. Comunque sia i gatti che frequentano questo splendido luogo e gli umani ( Pieffe in quanto proveniente dalle Pleiadi, è umano? ) si sono goduti, oltre la vista della bellissima Matilda, una lirica di Borges. Chiamatelo poco!

    Pinuccia

  14. non lo so se Pieffe è umano… bisognerebbe chiedere a Petula. Lei per certe cose ha naso anzi coda. Gli umani ma anche le caratteristiche che distinguono un umano dall’altro, le sente con … la coda. Ha una coda molto sensibile, altro che antenne paraboliche!
    Queste le fanno un baffo!

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...