EASY

 

Voglio un tappeto volante che mi porti distante

Dal frastuono del mondo

Dall’indifferenza e dal dover portare pazienza.

Dal tempo che stringe che incalza che stanca

Un tappeto volante che scivola nel cielo passando a volte sotto l’arcobaleno

E quando è notte si deve fermare, tra stelle amiche, tra stelle sorelle.

Tra quelle sognate, osservate e perdute.

Tra quelle che han raccolto pensieri e parole, dolori e gioie.

Voglio un tappeto che mi porti da te,

per raccontarti tante cose di me, ascoltarne altrettante da te:

favole e storie, e cose banali,

e  poi volare e ridere come se questo fosse normale.

 

17 pensieri riguardo “EASY

  1. Ripeto.
    Sto attrezzando una pista di atterraggio per tappeti volanti. Ancora qualche giorno e sara’ pronta.
    Un bacio
    Sir Biss

  2. mmmm
    Il Tappeto Volante è sapiente! Non ha bisogno di piste di atterraggio, semplicemente perchè non atterra. Lui (e non “esso” ma lui) si avvicina al suo ospite, senza toccare terra, lo raccoglie, offrendogli un angolo. Sai come fa l’elefante con il suo piccolo? Ecco, qualcosa del genere.

  3. Chi è baciato dalla fortuna tanto da essere essere trovato da un tappeto volante gli può dare la rotta o è il tappeto a condurlo dove gli pare e piace?

    Celeste: che bella storia: l’hai scritta tu?

    Pinuccia

  4. “Ridere” pare non sia piu’ tanto normale. Non accade mai!!
    Anche i sorrisi: se ne vedono sempre pochi. La gente è imbronciata, ingrugnita!!
    “Volare” sembrerebbe un po’ piu’ complicato ma anche no. Ci sono diversi modi!
    O no?

    In quanto alla meta, il Tappeto Volante sa dove portarti. Lui lo sa. Non ti chiede la destinazione, lui sa tutto.

  5. Mi piace. Mi piace. Lui trova le persone. Io sono gia’ favorita dal ‘volume’. Pero’ per sicurezza metto una maglietta multicolore.
    Lo so, ho sbagliato ancora. Bocciata…
    Sir Biss

  6. Pssssssst non dirlo a nessuno! Te lo dico sottovoce. Ascolta il tuo cuore, sogna ad occhi aperti quello che tu vuoi, viaggia nei sogni sull’arcobaleno e fra le stelle, anche nel deserto, oppure in antartide. Ti presto le mie ali se vuoi. Annulla tutti i tuoi pensieri, io ogni tanto lo faccio…lo devo fare…voglio farlo, Quando il Tappeto Volante ha deciso di “rapirti” non cadrai nel vuoto e non avrai paura.
    Carola

  7. Posso essere dissacrante…poco poco.
    Io sono alto 84 cm:
    Può interessare un…tappetto volante sul tappeto volante?

  8. grazie celeste….ho letto montedidio, leggo tutto di erri de luca…ho appena finito il suo ultimo “il torto del soldato”, mi affascinano il suo stile e i suoi temi, ora che me lo hai ricordato potrei rileggerlo, mentre navigo sul tappeto volante.

    per pieffe: io mi giro e mi rigiro di continuo…devo usare un tappeto voltante?

  9. Grazie a te Frost per la presenza, l’affetto, la condivisione. Anche io amo De Luca. E ritengo che Montedidio sia qualcosa di speciale davvero.
    Si parla dell’ “Ammore”. E di ali. C’è qualcosa di più bello?

  10. Lucertola ed io stavamo pensando che un giretto sul tappeto volante (senza quel guastafeste del tappetto peloso) lo faremmo volentieri.
    Anche io una volta ho incontrato un tappeto volante. Era meraviglioso, aveva dei disegni che mi facevano entrare in un’altra dimensione, non finivo mai di guardarlo, tornavo ogni giorno alla vetrina del negozio e lui ogni volta mi mostrava un mondo diverso….. Lo volevo per me, con tutte le forze, volevo che mi portasse in mondi diversi che intuivo pieni di sapienza.
    Quando andai per comperarlo lo avevano appena venduto. Ricordo che fuori dal negozio piansi come una scema. Ma mi è rimasto nel cuore, come la cosa più magica del mondo.

  11. Ciao Petula.
    Intanto grazie perché tramite il tuo intervento ho letto TAPPETTO con due T. Sono fusa e si vede.
    E poi grazie per la tua storia, bellissima, mi ha commossa. E sai, anche io ho un tappeto, che mi è rimasto nel cuore come la cosa più magica del mondo.
    Quando le magie svaniscono si sente male, è come quando ci si sveglia improvvisamente da un sogno o come quando si prende atto che un sogno non si avvererà mai. Si piange allo stesso modo, con le stesse lacrime amare. Ma non ci si deve sentire sceme. Credere alla magia, credere ai sogni è qualcosa che aiuta a vivere. Per il tempo che dura. ….
    Un abbraccio esteso anche a Lucertola

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...