PRESSIONE BASSISSIMA

Imposta patrimoniale
Aumento IRPEF aumento IVA
Aumento dei treni (venti per cento)

Ottantamila auto blu, sessantamila grigie.
Cassa integrazione, disoccupazione.
Politici (da sempre) corrotti mafiosi ladri e puttanieri.
Sinistra destra sinistra destra.

Siamo un Paese alla frutta. Anzi, in coma.
Con un braccio attaccato ad una macchina che anch’essa sta per morire
Con l’altro braccio attaccato a sanguisughe che succhiano ciò che entra dal primo.
La preoccupazione è ormai paura.
Non per un futuro incerto, bensì troppo certo.

Però siamo in Libia. Ecchecazzo … potevano non esserci?
Vuoi mettere? DECISIVO il “nostro” intervento!!!

Pensiero di tante mattine: andare via. Fare le valigie e andare via.

Ecco. Fine della retorica celestescura. Un post che non mancava proprio per niente.

Avvertenze
l’ascolto del video è sconsigliato nei casi di depressione anche moderata.
Del resto le stessa che valgono per TG, giornali ecc ecc.

Vantaggi
Non serve vomitare a comando. Viene naturale.

21 pensieri riguardo “PRESSIONE BASSISSIMA

  1. Tu vuoi andare via ed invece dall'Africa voglio venire qui, anche solo per fare "volontariato"… queste sono le contraddizioni della vita

    Credo però che per cambiare questo mondo e questo futuro noi dobbiamo continuare a cercare di fare del nostro meglio… e mantenere sempre un sorriso che renda "celeste" anche quello che è scuro :o)

    Un sorriso 🙂

  2. Una totale condivisione con il celeste-scuro e un apprezzamento incoraggiante per il marinnz-chiaro.
    Per quanto mi riguarda trovo che in questa canzone Gaber… sia ottimista. Io la vedo assai peggio.
    Pieffe

  3. interpretazione personale che uccide quel filo di ottimismo di Gaber
    non fa male credere, fa molto male credere male.

    fa molto male credere che ce la faremo.

    Concordo con il Pieffe pensiero.

    E oggi non è nemmeno una delle mie giornate peggiori!

  4. Marinz
    Come c……   ci difendiamo? Andando a votare?
    Con cosa aiutiamo cosa quando saremo affogati?
    E quelli che resteranno a galla, non saranno certo quelli dal cuore generoso e dall'animo buono…

  5. Dicevo poco fa alla gatta che sto lavando i vetri.
    Queli di casa mia, per ora.

    sembra una battuta divertente in realtà c'è tanta amarezza.
    condivisa dalla micia e dalla lucertola.

  6. Io ho sempre visto il bicchiere mezzo pieno  e se per caso si svuota… allora lo si può di nuovo riempire :o)

    Mi domandi come ci difendiamo? Credo che basti non perdere la nostra dignità… il voto può essere utile ma bisogna cambiare prima la legge e poi le persone… per affogare c'è sempre tempo… io ho la mia zattera che si chiama "Speranza" … c'è posto per tutti… e la rotta la si decide più avanti :o)

    Sempre con un sorriso… attraverso i vetri puliti 🙂

  7. Marinz,

    in linea di principio sono d'accordo, e' importante non cedere all'amarezza, pero' tenere la bocca aperta in un sorriso mentre l'acqua arriva alla gola fa annegare prima…

    ci sono bicchieri che non ce la fanno proprio a riempirsi, perche' le scorte sono finite. e si e' fortunati se, come nel mio caso, si trova una bottiglia altrove.

    ci si difende con dignita', e' vero, ma forse anche con un po' di indignazione.

    Gil

  8. Gil,
    il mio non voleva essere un commento… sorridiamo sempre che va bene tutto… anzi la dignità c'è se c'è cmq indignazione… 

    Quindi il sorridere serve per cercare di vivere meglio la situazione ed aiutare gli altri che magari non riescono a trovare qualcosa di positivo… come trovare una bottiglia nascosta da qualche altra parte per poter riempire non solo il proprio bicchiere ma anche quello degli altri :oP

    Per finire: la dignità di cui parlo è quella che hanno le persone che non hanno nulla e nonostante questo riescono sempre a guardare avanti

    Forse così è un po' più chiaro … ah mi ricordo una frase detta da un monsignore: "porgere l'altra guancia dopo uno schiaffo è da cristiani, ma porgerla dopo un secondo schiaffo è da minchioni" … insomma a tutto cmq ci deve essere un limite :o)

    Un sorriso

  9. Si', penso che sia bene sorridere per non cedere all'amarezza e offrire anche a chi ci circonda un appiglio per non cadere nell'amarezza, ma e' anche bene ringhiare un po' a chi calpesta gli altri, e che magari si attribuisce il merito di quei sorrisi che tanto si adopera per trasformare in lacrime.
    Frase lunga e involuta, ma penso che ci siamo capiti.

  10. mi glosso da solo:

    a) i politici chiedono sacrifici economici ma non mettono in discussione privilegi da star holliwoodiane;

    b) i dirigenti aziendali licenziano e mandano in cassa integrazione i cosiddetti 'esuberi', ma loro intanto prendono aumenti e benefici che da soli finanzierebbero molti posti di lavoro e salverebbero molte famiglie;

    c) i politici negano o si rinfacciano la crisi economica, dando come sempre la priorita' alla propaganda elettorale e non alle proprie responsabilita';

    d) tanti cittadini si lamentano della disoccupazione ma intanto telefonano al potente di turno per dare al figlio un posto di lavoro nella pubblica amministrazione;

    d) tanti cittadini si lamentano che le tasse sono troppe, ma intanto le evadono creando proprio i presupposti per gli aumenti;

    e) e tanti, tanti, biasimano la corruzione ma corrompono, mettono all'indice la disonesta', ma quella altrui.

    Di fronte a questo urge indignazione.
    Poi, giustamente, occorre tornare a sorridere, a dire buongiorno con l'augurio sincero contenuto nelle parole, alla cassiera del supermercato, all'autista dell'autobus,al vicino, al lavavetri, agli amici, ai semplici conoscenti, agli sconosciuti.

     

  11. Ho provato a sorridere come suggerisce Marinz!
    Mi sono sentita come il gatto dello Cheshire di Alice nel Paese delle Meraviglie, e a una Alice-Celeste che passava ho dato precise indicazioni Mi sembrava di essere Pieffe) perchè se voleva uscire-da-dove-voleva-uscire-senza- importanza-di-che-strada-prendere-non-aveva-importanza-la-direzione!
    E a quel punto, per la confusione ho preferito sparire lasciando di me solo il ghigno!

    Il fatto è che per davvero vorremmo scappare da questa situazione, da questa epoca che ogni giorno ci scrolla di dosso qualche certezza, ci distrugge qualche valore  e ci regala instabilità e ingiustizie. In realtà vorremmo non essere quasi in uno stato di polizia, vorremmo non dover subire le isterie dei mercati  e lei crisi create da chi poi ci ha navigato sopra a gonfie vele. Vorremmo non dover rincorrere le pompe di benzina con il misero centesimino di sconto in più e pensare che alla pensione ci arriveremo e vivremo in mutande.

    Soprattutto non vorremmo avere questa radicata sfiducia verso quella classe politica sempre più imbarbarita e senza un minimo di amor patrio e morale.

    Ricapitoliamo amaramente la storia:
    "C'era una volta La Pira, oggi ci sono i pirla!!!"

    Fusa…dal caldo

  12. già…
    E non vorremmo che i governi, tutti, continuassero a far guerre e speculare sulle guerre e costruire armi per le guerre.
    E non vorremmo che i paesi in guerra fossero mantenuti in guerra per arricchire l'industria della guerra e i signori della guerra.
    E non vorremmo che questa povera gente che si trova in mezzo alla guerra morisse di guerra perche altri si ingrassano di guerra.
    La guerra è il business più grande lo sanno tutti. 

    Inoltre non vorremmo vedere i nostri nonni pensionati con misere pensioni dopo 60 anni di lavoro, spendere la metà della pensione in ticket e medicine.
    Non vorremmo vedere le nostre famiglie spendere TRECENTOCINQUANTA euro circa per i libri di PRIMA MEDIA ripeto PRIMA MEDIA.
    Oltre ovviamente ad un altro centinaio per materiale didattico vario.
    Non vorremmo che l'asilo nido costasse la metà dello stipendio di una mamma che lavora. 

    Non vorremmo vedere gente che continua a pagare mutui che durano tutta la vita per il sogno di un tetto sulla testa.
    E non vorremmo vedere questo sogno sgretolarsi e ingoiare i risparmi di anni e anni perché l'impresa costruttrice fallisce e il credito nel nostro paese NON è tutelato. Anzi… se vuoi avere qualche misera possibilità devi ccontinuare a pagare il mutuo… di una casa che non avrai MAI.

    Che si fa?
    Ingoiamo rospi e soprusi e sopraffazioni e umiliazioni al lavoro pur di arrivare a fine mese.  Alternative????

    Mi fermo qui perché sono incazzata e stanca e poi  fa anche un caldo boia. Uniamoci crisi violente di allergia all'ambrosia (era scritto che non dovevo essere una dea…).
    Notte a tutti. A domani. Salvo shock anafilattico.

  13. Meno male!
    Me lo diceva Lucertola che con la saggezza popolare che le deriva dalla nonna napoletana (A'lucettola) ha sentenziato: " 'a da passa'  a nuttata…!"

    Come antidoto all'ambrosia ti consigliamo un Bloody Mary prima dei pasti.
    Facci sapere

    abbraccio a otto zampe e due code

  14. Voi non lo volete capì …perché siete proprio di coccio!!!!

    L'unica soluzione è l'impero, e me come imperatore.
    Ovviamente io ho tutti i diritti e nessun dovere.
    Gli altri avranno i doveri e i diritti che stabilirò IO.
    .
    Programma di governo:

    1) I politici lavorano gratis e sono coscritti (come alla leva)
    2) I politici fanno i politici per 5 anni, poi decadono per sempre e vanno ad occupare i posti che avevano prima
    3) I politici (che d'ora in poi sono chiamati amministratori), sono scelti da me.
    4) I politici hanno l'obbligo di far star bene tutti. Il principio è quello del feudo. Ogni politico ha un castello e amministra (con qualsiasi metodo creda) i suoi  transitori possedimenti. Dopo 5 anni restituisce il feudo. Se tutti stanno meglio ha salva la vita, altrimenti: decapitazione
    5) I cittadini non pagano le tasse
    6) Le banche sono abolite ed è abolito il denaro
    7) E' ammesso il baratto in grandi e piccole quantità
    8) E' vietato il consumo. E' abolita la televisione
    9) Non esiste contrattazione su nulla. Io stabilisco TUTTO
    10) Esiste un corpo militare di polizia che si occupa di ogni servizio, dalla nettezza urbana, alla forestale, alla difesa del territorio. 

    Su questa base si fonda il resto del tipo:.

    Ovviamente l'unico giorno di festa è il mio compleanno. 
    E' obbligatorio sorridere, La bestemmia è punita col taglio del naso, sporcare i muri col taglio della mano, lo stupro…col taglio del….
    Non c'è asfalto; le case sono alte al massimo due piani; Tutti hanno un pezzo di terra minimo da coltivare. 
    Lo studio è facoltativo e non obbligatorio. 
    Si ripristinano le confraternite, i le corporazioni d'arti e mestieri.
    Un comitato d'esperti vigila (anche questi per cinque anni obbligatori e poi decadono) sulle varie attività. Ogni esperto è specializzato. Per le case è un architetto, per la scuola è un insegnante, per la salute è un medico, ecc. ecc.
    Le cause durano al massimo un giorno.
    I giudici non lo fanno di mestiere ma sono scelti DA ME. E cos'ìgli avvocati.
    Il giudice che prolunga la causa viene…decapitato.

    devo proseguire?
    No, è meglio

     

  15. Petula…
    nonna A ' Lucettola dici che c'avrebbe n'antiddoto??

    Ps il Bloody Mary bella idea…  Ci penso.

    Pieffe
    Mi sa che ci arriviamo sai?
    PS mi piace il programma del taglio del… in caso di stupro.
    Dove devo firmare?

    Gil
    Attendiamo lumi

    baci.. etcccciuuuuuuuuuu

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...