18 pensieri riguardo “COSA

  1. Quando vedo una casa un po' in rovina, quando vedo persiane un po' sbilenche come quelle che hai fotografato mi viene sempre da chiedermi
    la vita che hanno vissuto. Immagino i sorrisi, le risate, le fatiche, le speranze, le lacrime che anch'esse fanno parte della vita. E poi non c'è stato più nulla. La casa è stata abbandonata e tutta la sua vita è rimasta cristallizata dietro quelle persiane. Magari per un po' le persiane hanno sperato che qualcuno le discostasse, facesse entrare di nuovo il sole nelle camere, le risa, le corse, l'intimità, la vita, isomma.
    Poco alla volta la casa ha perso la speranza, non la sua dignità che rimane lì a testimoniare cosa è stato.
    Fino a che rimane la dignità ci sarà una Celeste che ce lo testimonia e ce lo ricorda.
    Buona giornata.
    Pinuccia

  2. Mi viene da pensare a chi, invece, sta davanti.
    Una giovane coppia che ha deciso di vivere in quella casa, dove potranno raccogliere il passato e trasformarlo nel "loro" futuro.
    Quella dimora si rianimerà nei suoi affreschi e luci; la polvere svanirà in una soffice nuvoletta da cui cadranno petali di fiori profumati; le tendine nuove disegneranno chiaroscuri danzanti; l'aria fresca sveglierà i sogni dei suoi abitanti, nelle lenzuola di lino ricamate.
    Voci e suoni s'impiglieranno nelle foglie degli alberi anziani ma pronti e fieri di ombreggiare le fronti stanche dei visitatori.
    Nuove speranze spalancheranno le braccia agli esseri viventi che amano di un amore totale privo di ostilità innate.
    Sorrisi contagiosi per le vie di un mondo che ha il dovere di esserci nel miglior modo possibile.

    Simonetta

  3. Maro'!! 
    Simonetta, per favore prestami un pezzettino di questo sogno. Manco Disney ce l'avrebbe fatta in questo modo! 

    Gil
    E se dietro la finestra ci fosse Gil che fotografa Cele che fotografa la finestra mentre io fotografo Gil che fotografa Cele che fotografa la finestra, ma mentre li fotografo sono inconsapevole d'essere fotografato da Pinuccia che fotografando Simonetta ha preso anche un pezzettino di Cele?

  4. E qui ci sono io, che spio dalle fessure dello scruretto, e ovviamente anche nel controluce, levarie ipotesi. È bellissimo.

    Pinuccia vede un passato, una casa disabitata. Simonetta invece il futuro.
    Gil e Pieffe, giocando con le parole e con le immagini come sempre, vedono un presente.

    Anche io vedo il presente. La persiana ha una specie di chiusura, un laccio che impedisce l'apertura delle imposte, è vero, quindi viene naturale pensare ad una casa disabitata.
    Ma…
    potrebbe essere l'alcova segreta di due amanti, luogo di incontri delicati e passionali, di sogni, di gioco. Di confidenze, condivisioni. Una stanza tutta per loro, scatola di segreti e di baci, custode di respiri e sospiri e lacrime e risate?
    La chiusura, artigianale, impedisce al vento di spalancare le ante. La mancata riparazione della serratura, evidentemente rotta, non tradisce l'apparente disuso. Gli abitanti del paese non sanno che dietro quel muro, dentro una casa apprentemente morta, due persone invece vivono come mai potrebbero fare .. fuori.

  5. Ecco, lo sapevo che andavamo a finire su 9 settimane e mezzo.
    Si, forse ci sono due amanti che praticano il Kamasutra sul pavimento sconnesso, aggrappandosi all'unico lampadario in ferro battuto che c'è rimasto in casa e che li aiuta nelle varie asana. Lui vuol fare la serie delle posizioni sedute in silenzio assoluto, lei litiga animatamente perchè vuol fare quelle sdraiate seguitando a parlare.
    Al quarto tentativo di effettuare la terza postura dell'upavishta asana, con il ginocchio flesso sotto le natiche di lei, lui si fa male al polpaccio e decide di farla tacere strangolandola, aggrappandola con un legaccio alle persiane. Quello che si vede nella foto, infatti, è la parte mobile del nodo scorsoio.

  6. Pieffe
    i "miei" amanti non praticavano alcun kamasutra.
    Non li vedevo deliberare sulla posizione numero 26 o 37 ecc…
    Nessuna dichiarazione di intenti.. Io li vedevo danzare, inseguendo un canto tutto loro. Un jazz… Altro che Kamasutra
    Ok vado e indosso l'elmetto tanto so cosa mi arriva con il prossimo commento.

    Gil
    Se tu volessi strangolare una donna saresti geneticamente avvantaggiato.
    Non ti serve nemmeno il laccio della persiana..

  7. Lo scorso inverno sono passata davanti al cortile dove abitavano i miei nonni e in parte anche io, dato che stavo da loro quando mia mamma lavorava. Ho parlato di quel cortile più di una volta, qui, in CL.
    Rimasi lì, dietro al cancello chiuso a guardare la stanza illuminata che fu la cucina dei miei nonni e provai una emozione strana, che non saprei definire, dolce e amara al contempo. Poi vidi una sagoma dietro i vetri: qualcuno mi guardava ..  ma non mi sentii intrusa … Mi sembrava che l'intrusa fosse quella donna, dietro i vetri dove ho aspettato il nonno tante volte… Dietro quei vetri era cresciuta mia mamma, invecchiati i nonni ed ero "cominciata" io.
    I delicati interventi di Pinuccia e di Simonetta si sono sovrapposti a questi miei pensieri ed è arrivata un'idea di lavanda e di lino profumato al sapone di marsiglia.

  8. Ma una porta chiusa sa di definitivo, di per sempre, di mai più.
    Sa di non è più tempo, sa di divisione tra quello che era e quello che è.
    Sa di terra abbandonata, che mai più sarà arata, arieggiata, seminata.
    Sterilità.
    Sa di un amico respinto, di un perdono non accordato.
    Di voci non accolte, di braccia incrociate e di abbracci negati.
    Sa di muffa, di parole che macerano dentro liquidi amari.
    Sa di pensieri arrugginiti, di parole incastrate nelle ragnatele del tempo.
    Sa di letti sftti, di polvere, di valigie fatte di fretta e di fughe.
    Ci sono porte tra noi e gli altri, tra noi e noi.
    Ci sono porte sugli occhi, e bocche e cuori  sprangati, come portoni dalle serrature bloccate.
    Fa quasi paura, il mondo, a guardarlo. Ci sono troppe porte chiuse e poche, pochissime stelle.

  9. Ok, cerco di essere un po' piu' serio:
    dietro quella persiana chiusa, vecchia tra mura vecchie, vedo fantasmi che rivendicano qualcosa che non gli sara' restituita.
    E ora vado a mettere il ghiaccio sul polpaccio.

  10. Nella casa in cui sono nata, in cui erano nati mio padre, mio nonno e ancora non so più chi, ci abitano ora altre persone. Meno male. Se no sarebbe in rovina.
    Le casa invecchiano, hanno bisogno di aria di luce, di presenze, di gioia, di dolore, di risa, di abbracci, di musi lunghi.
    Le case sono come le persone. Se sono abbandonate a se stesse languiscono.
    Alcune conservano la dignità. Immagino siano quelle in cui c'è stata vita, amore.
    Altre diventano luoghi abbandonati a se stessi, una specie di contenitore per l'immondizia, luridi e ricettacolo di topi.

    Buona giornata ragazzi e state al fresco se potete!

    Pinuccia

  11. Dove c'è una finestra c'è un davanzale e sul davanzale, con scuri chiusi o aperti, ci può essere un felino curioso che, aspettando l'ora della pappa si guarda il passeggio.
    L'altro giorno visitando un paesino in piena sagra (come si mangia bene alle sagre) ho cercato di attirare l'attenzione di un siamese che alla finestra della cucina di casa (finestra nuova, infissi giovani) si guardava un panorama spettacolare e sentiva incuriosito il rumore della piazza. Poi un rumore di scodella lo ha fatto rientrare fulmineamente e del bel siamesone è rimasto solo l'ologramma sul davanzale.

    Le persiane (non le mie amiche gatte eh!) sono dette anche gelosie proprio perchè proteggono dagli sguardi esterni chi vive dietro quelle finestre (un tempo le donne di casa che uscivano solo per andare in chiesa). Non pensiamole occhi ciechi: a forza di ospitare chi scrutava di soppiatto all'esterno, sono diventate loro stesse occhi spianti, vivi e a volte pettegoli e inquisitori

    Finestre, davanzali, salto tra presente e passato, futuro per giovani coppie che sognano un tetto sulla testa, doloroso passato per chi dalla vista di queste finestre viene escluso. Quanto possono far pensare dei battenti chiusi di finestre.

    Comunque, dato che fa caldo, anche io mi ritiro all'ombra di persane chiuse.

    Fusa

  12. Come sempre interessante il punto di osservazione felino.
    Finestre apparentemente chiuse ma occhio puntato sulla piazza, sul vicolo, sui passanti e orecchi tesi a catturare parole.
    Indiscrezione o semplice noia, dietro le tendine, curiosità banale e morbosa.

    In quanto alle giovani coppie che sognano il tetto sulla testa, bè, è un sogno sempre più lontano. le manovre e manovrine di questi giorni allontanano ancora di più sogni e speranze, per tutti, giovani e meno giovani.
    Forse tante giovani coppie, vedranno, sopra le loro teste ….. le stelle.

  13. C'è il barlume di una speranza che sconfina oltre l'immaginabile…
    C'è la tela sfatta e tessuta ripetutamente…
    C'è la ragnatela con il suo architetto a penzoloni che cerca di intrappolare…
    C'è il raduno di un esercito di formiche che tenta invano di procurarsi il cibo…
    C'è una coperta ormai divorata dalle tarme e dal tempo che non c'è più…
    C'è una davanzale cui la polvere tinge di bianco…
    C'è un tavolo ormai vecchio e stanco di tutte le storie…
    C'è una sedia impagliata di poca corda che a stento rimane in piedi…
    C'è un catino che ha conosciuto mani e volti….
    C'è un libro con le pagine ingiallite ancora aperto a metà….
    C'è una donna stanca………………………
    ……………………………..ma c'è ancora un barlume di speranza che sconfina…..poichè tagliando quei legacci che tengono accostate le persiane, la finestra riabbraccia il mondo oltre l'immaginabile.
    Carola

  14. …..
    e qui c'è una donna speciale che sa sentire cose speciali e le sa scrivere.
    Grazie, di questo pensiero speciale, del tuo sguardo oltre le persiane.
    Somiglia a  quello di tante donne .. un po' speciali.
    O.

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...