21 pensieri riguardo “….

  1. Sembrano "appoggiati" sull'acqua quei due massi in primo piano. E l'insieme ha lo stesso equilibrio di un giardino zen.
    Solo che, nella tua foto ha fatto quasi tutto Madre Natura, con la collaborazione smaliziata del Padreterno (per chi è in grado di vedercelo). Nel secondo caso hanno fatto quasi tutto gli uomini, in ore e ore di meditazione e di pratica. Cosa è meglio?

  2. Anche io e Lucertola facciamo ore e ore di meditazione sul davanzale, ma il risultato è un giardino ingarbugliato e arruffato con rampicanti che non ne vogliono sapere di arrampicarsi dove dico io! Il risultato è una simpatica anarchia nel paese delle piante!
    Pieffe e Gil, secondo voi per un giardino zen devo fare la meditazione…zen invece di quella felina?
    Celeste la tua foto è, come al solito uno spettacolo e oltretutto moooolto rinfrescante.
    Fusa a tutti di buon Ferragosto!

  3. Petula,
    mi ha detto il Gollum che il problema del tuo giardino zen e' che ci manca il barbecue…
    Buon ferragosto a tutti!
    PS: e aspettiamo da Pieffe una digressione sul significato del ferragosto…

  4. PIE-GI
    il famoso giardiniere democratico delle Pleiadi, saprebbe bene come far rampicare i rampicanti dove vuoi tu … o.. per meglio dire li farebbe rampicare dove riterrebbe giusto lui.

    Infatti è riuscito perfino a far arrampicare suo cugino PIEFFE f(altro noto esponente della democrazia pleiadiana) fino in cima al Grande Fico. Il poveretto, non sapendo come fare a scendere, si è dovuto costruire un'astronave (per fortuna aveva qualche nozione di ingegneria e una sega per il legno),

    Ma se tu vorrai usufruire dei servizi di PIE.GI anche se vi sono alberi alti nei paraggi, in quanto gatta, sapresti scendere, con eleganza e senza un briciolo di fatica. Prima di fare esibizioni troppo imprudenti però accertati che di sotto non vi sia ombra di Gollum.

    fusa.
    nel senso di passato prossimo io ho fuso…

    bacione
     

  5. Sulla festa dell'Assunta non vi dico proprio niente e manco sulle ferie di Augusto. Invece posso assicurare Gil che non è affatto vero che quando gli uomini fanno ore ed ore di meditazione,la natura fa ore di meditazione!!
    Questo succederà forse a Benares o a Lasa.
    Qui a Roma si è aperto un dibattito se sia vero che, quando gli uomini fanno meditazione la natura si rilassi e si appennichi, o se invece siano gli uomini che si appennicano pensando di fare meditazione nella natura. Mah.

  6. Come fanno gli uomini a fare meditazione sulla natura? C'e' differenza tra uomo e natura? Un albero prende nutrimento affondando le radici nel terreno e porgendo le foglie al cielo, un uomo se lo va a prendere al ristorante, o al supermercato, etc.: questo lo estromette dalla natura?
    Buon ferragosto a tutti,
    G
    Piesse: curiosita': che dibattito?
    Piesse2: proprio niente sulle ferie di Augusto? Manco un piccolo simbolismino-ino-ino? E dai…

  7. Gil, ora ti spiego.

    La successione metafisica delle esperienze iniziatiche, secondo el "Sor Capanna" (quello degli stornelli) nome occulto del sublime Maestro Caput-anni, prevede le seguenti esperienze:
    separatio parentorum
    sbracatio sub tabula
    prandium et scrofolatio
    mortadellorum meditatio
    spaghettorum illuminatio
    anandaprofiterolis contemplatio
    samadicoffy.
    pennicatio subliminalis

    Ora l'incertezza risiede se il raggiungimento della pennica-pennicarum, subliminalis (è irregolare) avvenga attraverso un processo induttivo naturale, ove tutta la maya contribuisce all'elemento estatico e realizzativo, contraddicendo però la logica buddista che la vuole ostacolo, oppure se sia la pennica stessa a modificare la percezione dell'essere che, in tal modo, dall'identificazione nel Saguna nella fase prandium, passa al Nirguna Brahaman attraverso l'illuminante stormir delle fronde sopra la sedia a sdraio.

    Ecco, mentre io m'immergo in questi popo' di flash di trascendenza voi vi pargoleggiate col ferragosto! Pfuì!

  8. Pieffe ha scordato il "satorikkyo in salsa rosa" di cui è molto goloso.

    Io il barbecue nel giardino non lo metto, dovessero venire cattive idee al Gollum.

    Comunque a tutti voi, buon Ferragosto, buona festa dell'Assunta, buone Feriae Augustae e chi più ne ha più ne metta!

  9. Ha ragione Petula: mai mettere un barbecue in giardino. Se non altro si scansano le grigliate dove e non si sa cosa viene grigliato.
    A me dicono che se mi grigliasssero verrebbe fuori tanto grasso che il sapone non mancherebbe più per un bel po' di anni.

    Buon ferragosto a chi festeggia con amici, a che ne approfitta, come spero di poter fare finalmente da un bel po' di tempo, per leggere un bel libro, all'ombra, con una bibita fresca, un grappolo d'uva da spiluccare  e nessuno tra i piedi.
    Ognuno si diverte come può.

    Pinuccia

  10. Buon ferragosto anche a te, Pinuccia. E a tutti voi.

    Oggi dalle mie parti si sente solo l'odore delle bistecche alla griglia. Ma farlo il 16 agosto il barbecue no?

    Abbracci
    Sir Biss

  11. La meravigliosa possibilità di non festeggiare è un diritto umano che ancora ci è concesso (non so per quanto, quindi approfittiamone).
    Mi spiace per l'Assunta, che è (cioè era) una festa importante sia liturgicamente intesa che metafisicamente.
    Ma il fatto è che si fa un gran casino fra il concetto di festeggiamento (= buttiamola in caciara come dice il saggissimo Gil nel blog del Mulino) e quello di celebrazione.
    Quando gli uomini avevano ancora un brivido di saggezza si "festeggiava" (cioè si faceva casino) durante il carnevale. Nelle altre "feste" si "celebrava", si commemorava, si ricordava, si condivideva, si gioiva della presenza degli amici, si ascoltava, si santificava, ecc. ecc.
    Oggi c'è l'industria del casino permanente.
    Roma, ad esempio, è invasa da migliaia di capannoni, presenti più o meno in tutti i quartieri, dove si vendono cianfrusaglie, dove c'è musica a tutto volume in grado di incrinare le mura dei monumenti (e le palle dei malcapitati), dove c'è un invito esplicito ad "essere coatti" il più possibile, dove si smercia un artigianato italiano fasullo (made in China), dove c'è l'intellighenzia, rappresentata dal politico di turno che ci racconta come la perfetta dimensione dell'accoglianza d'amore sia quella che offre un transessuale (c'era pure su Repubblica, in modo che gli adolescenti, ancora incerti sulla loro stabilità sessuale, ora sappiano finalmente dove alberga il vero amore). Bene, festeggiamo.
    Pieffe

  12. È vero Pieffe, tutti i centro città sono ridotti a mercatini, tutto l'anno.
    Abbrutiscono ogni dove.
    Vedi un colonnato del passato e di fianco cosa c'è? Mutandoni stesi con disegni di attributi giganteschi, oppure grembiuli da cucina con pettorina e tanto di tette magari in rilievo. Colossei porta-chiavi a mo' di tazza WC o quando va bene, posacenere.
    Penso invece alle piazze e ai vicoli di paesi che non conosco, con mercanzie di sacchi di spezie colorate e frutti.
    A Milano in alcuni luoghi sono assolutamente vietati: lavoro a due passi dalle Colonne di San Lorenzo e al parco delle Basiliche: sebbene la zona potrebbe prestarsi (c'è spazio e tanto via vai) non c'è nessuno che vende niente. Insomma Milano sotto questo aspetto mi pare un filo più controllata rispetto a Roma.
    Ps mi domando: ma quei boxer o quel colossei o quel grembiuli tettaruti.. ma chi se li compra? Mmmmahhhh!

  13. ps
    A proposito di spezie. Della famosa mostra di fotografie "la terra dall'alto"  ricord una foto di spezie messe ad essicare .. Un tappeto coloratissimo, uana meraviglia.
    Ps non si nota che mi piacciono le spezie?

  14. D'accordo con Pieffe su tutto (la perdita della celebrazione, per es., e' una delle ferite piu' infette del mondo moderno), tranne:

    1) il Nirguna Brahman, con tutto il rispetto, stride con la logica buddhista che hai menzionato;

    2) i trans secondo me non confondono gli adolescenti (da queste parti ce ne sono molti, quelli incontrati finora sono tutti simpatici); non credo proprio che la varieta' dei percorsi di vita o delle scelte sessuali confonda chi quelle scelte si accinge a compierle: quando non c'e' nessuna enfasi, ne' positiva ne' negativa, il problema non sorge neanche.

  15. Non sono in grado di intervenire circa il Nirguna Brahman per cui lascio a Pieffe e a Gil e a chi ne sa l'eventuale dibattito.

    In quanto ai cosiddetti trans
    Concordo icon Gil, su fatto della confusione e soprattutto sulla questione dell'enfasi. Le scelte personali sessuali, scelte o attitudini che siano, non dovrebbero essere questioni di piazzate e manifestazioni varie, nemmeno in nome della cosiddetta "provocazione". 
    Manifestando il diritto di essere uguali, come avviene nei vari gay pride ecc, al contrario, si sottolinea una diversità.Oltre naturalmente il cattivo gusto dalle scenette che si commentano da sé. La volgarità non può in alcun modo essere un mezzo, nemmeno per rivendicare qualsivoglia diritto o pretesa.
    Cos'è l'orgoglio gay? 
    Tutto ciò che è consapevolmente scelto, purché condiviso e quando non ci sono violenze e sfruttamenti e abusi, perché deve essere oggetto di approvazione o accettazione? Da parte di chi e perché?
    Anche l'atteggiamento enfatico del singolo può dare fastidio, manifestare le proprie tendenze o avances in ogni dove, sia da parte di una persona verso un'altra del medesimo sesso, così come del sesso opposto, può essere fastidioso e offensivo anche e non per fatti "morali" bensì di buon gusto.

    Non sono bacchettona, lo sanno tutti quelli che mi conoscono, ma detesto ogni forma di pornografia e di volgarità. Per fortuna oggi non si vedono più, esposte nelle edicole, le cosiddette riviste per adulti. Ho sempre provato profondo disagio  nel sostare davanti ad un giornalaio con queste esposizioni. Immagini esposte per strada, quindi anche ai bambini, malati di mente, pervertiti ecc.  Mi sono sentita  spesso offesa, quasi violentata come donna e come persona, specie da adolescente.
    Almeno, nei luoghi prepost, ci va solo chi è interessato.

    Tornando alla questione gay: non ritengo che gli adolescenti non sappiano cosa e chi amare. Al contrario, credo piuttosto che ora sia meno complicata l'esistenza per colori i quali, per scelte o attitudini, vivono il sesso e l'amore come ritengono di dover fare. Conosco qualcuno che per anni ha creduti di amare una donna, ha fatto dei figli, per poi scoprire che appunto .. ha finto per tutta la vita. Triste,

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...