BORGES


(Foto: celeste)

Non posso darti soluzioni per tutti i problemi della vita
Non ho risposte per i tuoi dubbi o timori, però posso ascoltarli e dividerli con te.

Non posso cambiare nè il tuo passato nè il tuo futuro, però quando serve starò vicino a te.

Non posso evitarti di precipitare,
solamente posso offrirti la mia mano perchè ti sostenga e non cadi.

La tua allegria, il tuo successo e il tuo trionfo non sono i miei.
Però gioisco sinceramente quando ti vedo felice.

Non giudico le decisioni che prendi nella vita,
mi limito ad appoggiarti, simolarti ed aiutarti se me lo chiedi.

Non posso tracciare limiti dentro i quali devi muoverti,
però posso offrirti lo spazio necessario per crecere.

Non posso evitare la tua sofferenza, quando qualche pena ti tocca il cuore,
però posso piangere con te e raccogliere i pezzi per rimetterlo a nuovo.

Non posso dirti nè cosa sei nè cosa devi essere
solamente posso volerti come sei ed essere tuo amico.

In questo giorno pensavo a qualcuno che mi fosse amico,
in quel momento sei apparso tu.

Non sei nè sopra, nè sotto mè in mezzo nè in testa e nè alla fine della lista.
Non sei nè il numero 1 nè il numero finale
nè tanto meno ho la pretesa di essere il numero 1 la 2 o la 3 della tua lista.

Basta che mi vuoi come amico
Non sono gran cosa, però sono tutto quello che posso essere.

Amicizia: J.L. Borges

22 pensieri riguardo “BORGES

  1. L'Amicizia questo grande sentimento che può cambiare il mondo!!!Ed io ho la fortuna di esserti amico :)Un sorriso 🙂

  2. Marinz mi hai scritto una cosa bella, e so che la pensi davvero.E il sentimento è condiviso.GrazieCloffVeramente??Se hai notizie per favore mi informi? Grazie… Io l'ho trovata in web. Respiro differente è vero. Ma mi è capitato altre volte di scommettere tutto sui respiri.  E qualche volta ho perso.PinucciaNo, io ti abbraccio lo stesso. Infatti ho aspettato quest'ora.Cia amica mia

  3. nessuno può dire di saper tutto di nessuno, figuriamoci di uno che ha avuto la fortunasfortuna di contenere l'universo.uno dei suoi "aleph" al posto dell'ipofisi, una galassia al posto dell'ippocampo avevamale cose devono sempre soprendere, accendere l'aspettativa, estenuarci in un gioco di tensione e di rilassamento, un tira e molla implacabile. e non prevedibile, foss'anche la millesima volta che la gustiinvecequeste coppie con questa risoluzione così immediata così piacevole, come una coca cola offerta al posto di una limonata saputa fare.fizzzzzzzzzzzzzsebbenejlb, conoscendo molte lingue e forse tutti i linguaggi probabilmente sceglieva quello che meglio si adattasse all'esigenza del momento.e pure shoenberg in fondo diceva che la musica rappresentava sempre e solo se stessa. e a questo punto perchè la poesia no …per quantol'assenza di tensione sia una forma di tensione, e la serena spianata di versi risolutivi sia a proprio modo una sorpresa.e poi borges alla fine è un luogo dello spiritopuò essere e non essere

  4. ho alcune (rare) conferme che in realtà non si tratta tanto di un apocrifo quanto di una traduzione modesta che sbilancia l'intenzione il tanto che basta e che rende jlb abbastanza irriconoscibile[non mi piace lo stesso]cloffshhh (sgombro)

  5. E' vero Gil.Queste semplici parole inducono riflessioni importanti."Quanti apocrifi di noi stessi lasciamo in giro" Poter essere sè stessi è la vera libertà, che permette il Volo, il Respiro.Utopia, nelle nostre società ben organizzate, costituite, regolate e regolamentate.Ma io credo che ci siano bolle dentro le quali poterlo fare, lasciar aprire la mente e il cuore agli odori, ai sensi a tutto cio' che si sente con gli occhi chiusi, con le orecchie chiuse, senza parole.Forse ci sono istanti ma capaci di aprire le ali regalare la consapevolezza di una coscienza capace di riconoscere e di sentire che respirare è possibile, così come un anima che impari a riscattare sè stessa, a intraprendere quel viaggio verso quella cosa che si chiama Armonia.Armonia con sè, con gli altri, con le proprie contraddizioni.Accettare che siamo come siamo, unici, non replicabili.Invece a volte ci si trova a violentare la propria natura, a prenderci a calci a graffiarci il cuore, a censurare la propria poesia.La rotella di un ingranaggio che pensiamo di essere spesso è parte di un macchinario sterile, incapace di produrre felicità.Quindi si, proponiamo al mondo dieci mille centomila parti di noi … pertanto nessuna pur di fare il mestiere di rotella che gira gira gggg iiii ra …. gggggggiiraaaaaaaaaaa  gggggira   gggggggggiiiiii …. ragggggggg ……………………. 

  6. Anche io non ci riconosco molto Borges in quei versi alla "volemose bene", ma condivido in pieno l'analisi n°5.Questa è una delle ragioni per cui temo le ricerche in wykipedia e simili.Così come interi poemetti attribuiti a Dante, probalmente non sono di Dante ma sono comunque…danteschi.Pensa che giramento di scatole quando qualcuno dirà: "Il somaro rosso può volare!!" Questa l'ha detta Pieffe nel '95.E ciò che mi farà incavolare, anche da morto, non sarà il fatto che non sia vero che i somari rossi volano, ma che io avevo detto con precisione: "Il somaro rosso vola libero in cielo verso l'ora del thè". E porcaccia miseria, è tutta un'altra cosa.Invece trovo bellissima l'immagine in negativo girata il blu della nostra ospite.Una Celesteinblues, niente male. Suona un po' come"summertime", o qualcosa del genere.Pieffe

  7. Pieffeil numero 5 sta a Cloff  come l'altro sta a Chanel.Scommettiamo? In effetti quella èCelesteinblues in Summer Time in una specie di Sogno di una notte di mezza estate, una decina d'anni dopo Il tempo delle mele  (e molto ma molto tempo prima di quello delle pere).

  8. Mmmmh(ao) in effetti quei versi hanno un po' lo stile madre Teresa. Ma non sono un'esperta. Apprezzo moltissimo la Celestial foto, bella, bella.Pieffe, ovviamente la frase dell'asino rosso che vola libero all'ora del the ha in sè una sapienza sconvolgente data dal color rosso e dall'elisir che beve, ambrosia celestiale rovinata dalla perfida Albione;  per non parlare della simbologia dell'asino, molto in voga nelle scuole odierne. Altri asini…ovviamente…saranno solo delle brutte copie, rimaneggiate e rubate all'originale.

  9. molto divertente il fatto che il testo originario diventa meno melenso, ma solo con l'aggiunta di riferimenti a una mistica graziosina, che consacrando l'amicizia la dissacra il tanto che basta (ma non è che una mia opinione), ma che il bieco traduttore/traditore qui ha ritenuto di dovere omettere (pensare di intervenire su una poesia in generale è un crimine, ma farlo su una poesia di borges sarebbe da deferire al tribunale dell'Aia per i crimini contro l'umanità.—tutti figli di Porgy&Bess -> EVVIVA !!!cloffsisvegliapresto

  10. Non sapevo di scatenare si' tanta Sapienzama di ciò con contenta !!!Vediamo di pubblicare un post borgesiano più attendibile, per riscattarlo. "Borges la vendetta".che poi:Borges fa rima con  Dantes (Edmond) … che in fatto di vendetta ne sapeva qualcosa.Un caro saluto a tutti e fusa a P.Cloff: ti ho sgamato col commento al numero 5?

  11. PS: lo hanno trovato nella grotta del Gollum!!!Gulp… E io che pensavo fosse diventata vegetariano…Pero'.. magari si mangia solo il casco…O no?

  12. Mi piace il commento di Cloff che sembra conoscere bene il Vate Borges. Andrò a cercare la versione in lingua originale e poi manderemo al confino il traditore/traduttore che nella sua ignoranza non è stato abbastanza umile da mettersi nei panni del poeta, ma ha pensato bene di metterci del suo. Se può consolare, ciò succede continuamente con topiche clamorose anche su giganti del livello di Shakespeare e succedeva con gli amanuensi che copiavano sacri testi variando quel pochissimo che bastava per sconvolgere un pensiero.Cloff, tu avresti una versione meno fuorviante? Mi piacerebbe conoscerla, il mio spagnolo è diventato un po' traballante dopo tanto tempo.Celeste, quella foto me l'hanno fatta dal parrucchiere con tanto di casco asciugapeli.

  13. il titolo vero è "carta a un amigo", "letter to a friend" nella versione inglese; se lo chiedi a gùgol lui saprà darti soddisfazioneperò non ho idea di quale sia la raccolta di origine, per cui, essendo jlb bilingue, non ho idea di quale realmente sia il titolo originarionon conosco bene Borges, però sono testardocloff-miao

  14. La versione inglese era tradotta con un traduttore automatico, quindi suppongo la versione originaria fosse in spagnolo.Fortunatamente non conosco lo spagnolo, per cui non apparirà becero ed esibizionista se ti posto una traduzione ridicola ma disperatamente fedele.il testo VeroNo puedo darte soluciones para todos los problemas de la vida, ni tengo respuestas para tus dudas o temores, pero puedo escucharte y buscarlas junto a ti. No puedo cambiar tu pasado ni tu futuro. Pero cuando me necesites, estaré allí.No puedo evitar que tropieces. Solamente puedo ofrecerte mi mano para que te sujetes y no caigas. Tus alegrías, tu triunfo y tus éxitos no son míos. Pero disfruto sinceramente cuando te veo feliz.No juzgo las decisiones que tomas en la vida. Me limito a apoyarte, a estimularte y a ayudarte si me lo pides. No puedo impedir que te alejes de mí. Pero si puedo desearte lo mejor y esperar a que vuelvas.No puedo trazarte límites dentro de los cuales debas actuar, pero sí te ofrezco el espacio necesario para crecer. No puedo evitar tus sufrimientos cuando alguna pena te parte el corazón, pero puedo llorar contigo y recoger los pedazos para armarlo de nuevo.No puedo decirte quién eres ni quién deberías ser. Solamente puedo quererte como eres y ser tu amigo. En estos días ore por ti… En estos días me puse a recordar a mis amistades más preciosas.Soy una persona feliz: tengo más amigos de lo que imaginaba. Eso es lo que ellos me dicen, me lo demuestran. Es lo que siento por todos ellos. Veo el brillo en sus ojos, la sonrisa espontánea y la alegría que sienten al verme. Y yo también siento paz y alegría cuando los veo y cuando hablamos, sea en la alegría o sea en la serenidad, en estos días pensé en mis amigos y amigas y, entre ellos, apareciste tú.No estabas arriba, ni abajo ni en medio. No encabezabas ni concluías la lista. No eras el número uno ni el número final.Lo que sé es que te destacabas por alguna cualidad que transmitías y con la cual desde hace tiempo se ennoblece mi vida.Y tampoco tengo la pretensión de ser el primero, el segundo o el tercero de tu lista. Basta que me quieras como amigo. Entonces entendí que realmente somos amigos. Hice lo que todo amigo: Ore… y le agradecí a Dios que me haya dado la oportunidad de encontrar aalguien como tú. Era una oración de gratitud: Tú has dado valor a mi vida…

    per tutti i problemi della vita,

    ne ho risposte per i tuoi dubbi o timori,

    ma ti posso ascoltare, e cercarle con te.

     

    non posso cambiare il tuo passato ne il tuo futuro

    ma quando hai bisogno di me, posso essere li

     

    Non posso evitarti di inciampare.

    posso solo offrirti la mano, perchè ti sorregga e non cada

     

    Le tue allegrie, il tuo trionfo e i tuoi risultati non sono i miei

    ma sono sinceramente contento quando ti vedo felice

     

    Non giudico le decisioni che prendi nella tua vita

    mi limito a sostenerti, a stimolarti ed ad aiutarti, se me lo chiedi

     

    Non posso impedire che ti allontani da me

    ma posso desiderare per te il meglio, e sperare che cambi idea

     

    Non posso dirti entro quali limiti devi muoverti.

    ma ti offro lo spazio perche ti accresca 

     

    Non ti posso evitare la sofferenza, quando un dolore ti spezza il cuore,

    Ma posso piangere con te, e raccogliere i frammenti per rimontarlo

     

    Non posso dire chi sei ne chi dovresti essere.

    posso soltanto volerti come sei ed esserti amico

     

    Ho pregato per te, in questi giorni

    in questi giorni che ho iniziato a pensare alle mie amicizie più preziose

     

    Sono una persona felice: ho più amici di quanti immaginassi.

     

    Questo mi dicono, mi dimostrano.

    Questo io sento per tutti loro

     

    Vedo il brillare degli occhi,

    il sorriso spontaneo e l'allegria che alla fine sentono

    E anch'io sento pace ed allegria, quando li vedo e quando parliamo,

     

     

    Nell'allegria e nella serenità, in questi giorni ho pensato ai miei amici e amiche

    sei comparso fra loro

     

    Non eri il migliore, non il peggiore ne nella media

    non iniziavi ne concludevi la lista

    non eri il numero uno ne l'ultimo

     

    Ciò che sei ti distaccava, per qualcosa che trasmetti e che da tanto tempo mi nobilita la vita

     

    Non pretendo di essere primo, secondo o terzo della tua lista, mi sufficiente che mi sia amico

     

    Allora ho capito che amici siamo realmente. 

    Fallo anche tu, amico: prega…

    e ringrazia Dio per averti dato l'opportunità di incontrare qualcuno come te.

     

    Era una preghiera di gratitudine: Tu hai dato valore alla mia vita …

     

  15. Grazie Cloff per la tua versione della poesia, la studierò con attenzione anche nella tua traduzione.petula momentaneamente sloggata

  16. Eccomi.Sono stata fuori combattimento per un paio di giorni.Da cio' che leggo, tradotto da cloff, non mi pare che il traduttore del post abbia fatto grandi danni. O no?Cloff: non preoccuparti non hai imbrattato un bel niente anzi grazie per esserti adoperato per fare luce su questo scritto che a me pare bello.Lo trovo abbastanza distante dalle solite frasette sull'amicizia che girano (anche) in versioni power point o baci perugina.Parla di quel tipo di amicizia, quella che non giudica, che non pretende di evitare di cadere, ma si rende disponibile a essere dalla stessa parte e anche a raccogliere. Parla di un sentimenti disinteressato, ed è anche scevro di adulazioni varie: "non sei il primo della lista…. "E poi… vabbè mi direte che sono la solita ma "hai dato valore alla mia vita" è una frase che trovo meravigliosa.Perchè la sento mia, perchè alcune persone hanno dato davvero valore alla mia vita. Sono quelle persone che porti dentro, e per cui provi quei sentimenti che rifiutano etichette, perchè nessuna andrebbe bene, e perchè rifiutano di essere classificati, titolati, schedati.Rifiutano gli schemi.  Esistono e basta: sono nati per questo, per esistere.

  17. Allora:Splinder non piace a Cloff come Cloff evidentemente non piace a Splinder: infatti Cloff ha avuto problemi nell'editare (conversazione telefonica di oggi)-Ora, quando capisco cosa devo togliere, provvedo.Non per una sorta di pulizia della quale non mi frega niente: un blog è bello disordinato e spontaneo quando "c'è dentro qualcosa" ma perchè lo si deve a Borges.Baci

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...