FIAMME E PENSIERI


 
Ho sofferto sempre di mal di gola: è vulnerabile la mia gola perciò non ama il calore prodotto dal camino.
Il fuoco succhia l’aria, la asciuga, e le mie mucose bruciano, invocano umidità, dolcezza.
Però amo vedere e ascoltare il fuoco che brucia dentro il camino.

Seguivo, stasera, il movimento, sinuoso ma anche repentino delle fiamme: prendono possesso della legna, la corteggiano, la pretendono, l’avvolgono, la consumano per poter ancora vivere e danzare.

I pensieri replicano lo stesso movimento, seguono le fiamme, le assecondano, vi si mescolano.
Capaci di torcersi, avvolgersi, avvinghiarsi, magari soffrendo, si tendono verso l’alto, divorano l’aria, vivono, si aggrovigliano, danzano insieme alle fiamme, seducono la mente, la coinvolgono e la portano lontano, lontano dal pensiero iniziale, lontano dal freddo.

Come accade nella vita, quando cerchi qualcosa e ne trovi un’altra per caso, così accadeva ai pensieri messi in braccio alle fiamme.

Fiamme e pensieri danzavano insieme, generando e partorendo pensieri nuovi, in una ipnosi magica.

Calde, arancioni e azzurrine serendipità, capaci di sprofondare nel mistero del mutamento di tutte le cose o condurre anche solo per brevi istanti nella vita, in qualche luogo magico dove Tempo e Spazio sono affidati al fiato e alla danza del fiato come fosse fiamma.

14 pensieri riguardo “FIAMME E PENSIERI

  1. Adoro il camino e il fuoco che avvolge, in un caldo abbraccio, il legno che generoso arde per donare il calore e far continuare la vita… l’avvilupparsi dei colori delle fiamme, la bracie che si illumina sul fondo del camino o del braciere, lo scoppiettare scintille che fanno muovere in modo più frenetico le fiamme, anche se per un attimo appena… tutto avvolge nel colore rosso, tenue e allo stesso tempo forte, che fa volare i pensieri… quante foto fatte a legni e fiamme nella speranza di bloccare un momento lo scorrere del tempo

    Per finire mi sono ricordato di una volta che cercavamo una frase ad effetto per "attirare" (incuriosire) i ragazzi, per farli partecipare ad un incontro, ed era emerso: unici come una scintella (o qualcosa del genere) 

    Quella scintilla che se alimentata da vita al fuoco che poi si espande nei cuori di chi lo vuole alimentare

    Un sorriso 🙂

  2. Cia Marinz.
    Porti qui sempre cose che profumano di pane caldo, di ciambelle, di crostata di fragole.
    Sempre positivo, solare, pacato, fiducioso.
    Ma come fai?

    Un affettuoso abbraccio e come sempre, grazie.

  3. Beh se tu non scrivessi le parole nei post non potrei sfornare il pane caldo… diciamo che tu ci metti la farina, l’acqua e il lievito.. io impasto tutto e scrivo quello che mi viene… grazie a te delle parole e del complimento

    Ti domandi come faccio? Beh ho un detto: Se sorridi alla vita la vita ti sorride

    Funziona quasi sempre

    un sorriso 🙂

  4. Marinz ha ragione. Solo che non sempre si riesce a sorridere e uno, qualche volta, piuttosto che prodursi in… un ghigno, preferisce tenere le labbra serrate.
    Sempre Marinz mi ha ricordato di un grande fuoco, di tantissimi anni fa, in una notte fredda e umida sulla cima di un colle. C’erano diverse persone, giovani e vecchi, c’erano dei suoni e delle preghiere antiche (sai, noi pleiadiani consideriamo moderno tutto ciò che ha meno di 2000 anni); e c’era anche una luna piena prossima al tramonto. I suoni della natura seguivano i canti arcaici, e il fuoco si smorzava lentamente lasciando quei bagliori straordinari che emergono dalla brace. Ero giovane e tutto mi sembrava possibile. Le stelle erano vicinissime e nessun freddo poteva vincere l’ardore del cuore. E i pensieri (questo lo dico per Cele) restavano quieti a scaldarsi nella brace e si smorzavano dolcemente nel silenzio. Solo lo sfrigolio di qualche favilla isolata commentava piacevolmente il senso di pace.
    Insomma….fiamme…senza pensieri.
    Pieffe

  5. Pieffe ho raccolto il messaggio.
    Bello averti qui. Sempre.

    Marinz
    hai avuto una risposta…. degna di tante orecchiette e di tanta Storia(ricordati sempre che lui ha 2458 anni)….

  6. Grazie delle tue parole PF… e hai proprio ragione… il sorriso arriva dal silenzio del cuore e non solo dalle labbra che sono espressione di quello che si prova nel profondo… e sono i ricordi che alimentano il fuoco dentro noi e che trasmettono quel sorriso che abbiamo sperimentato nella pace

    tu hai più anni di me e quindi avrai avuto più esperienze magari con diversi popoli… grazie e buon fuoco "universale" nel tramonto delle lune: sulle pleiedi ce ne sono una o di più?

    un sorriso 🙂

  7. Pieffe:
    intendevi dire le dichiarazioni d’amore che pretendete voi dalle vostre sette donne vero?

    Tittidiruolo
    Rapire dalle fiamme.. Giammai a meno che  tu non conosca un valoroso pompiere deciso a salvarti.. Allora posso capire.
    Scherzo.. Ovvio.
    Un bacione a te e bè..  sarà un po’ scontato (ho viisto dove vivi)  uno a Firenze.

  8. la similitudine tra i pensieri e le fiamme è indovinatissima. Entrambi capaci di guizzi improvvisi (e pericolosi, a loro modo), di apparente requie, di forme sinuose e accattivanti. E ancora, di contorcersi, di "bruciare" e di non saper tornare indietro, se ci pensi. La fiamma che divora un legno prosegue nel suo movimento che avviluppa, non può restituire al ceppo la sua corteccia integra. Forse può fermarsi, ma non tornare indietro. Così il pensiero. Che una volta "partorito" segue un suo percorso, inesorabilmente…che sia un bene o un male è tutto da capire!

  9. Ioloso
    Ogni tanto penso alla canzone di Lucia Dalla: il pensiero è come l’oceano non lo puoi recintare non lo puoi fermare. Ma è davvero libero il pensiero, o scorre tra gli argini delle convenzioni, delle buone maniere, della morale,  di cio’ che sta bene o non sta bene pensare? L’immaginazione è sempre lecita? Quando sconveniente, quando condizionata? Quanto la realtà uccide i sogni quindi i pensieri? Quando si tagliano le ali alla fantasia, al sogno? Disegnami una scatola, disse il  Piccolo Principe …
    E tutto diventa possibile. L’immaginazione, il Sogno, il Pensiero libero.
    Libertà…. Una parola in cui c’è tutto. Non c’è nulla senza  libertà, non c’è pensiero, non c’è sogno, non c’è amore, Non c’è Amore.  Non c’è … NULLA.

    La libertà -Giorgio Gaber
    Vorrei essere libero, libero come un uomo.
    Vorrei essere libero come un uomo.
    Come un uomo appena nato che ha di fronte solamente la natura
    e cammina dentro un bosco con la gioia di inseguire un’avventura,
    sempre libero e vitale, fa l’amore come fosse un animale,
    incosciente come un uomo compiaciuto della propria libertà.
    La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche il volo di un moscone,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione.
    Vorrei essere libero, libero come un uomo.
    Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia
    e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia,
    che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare
    e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà.
    La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche avere un’opinione,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione.
    La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche il volo di un moscone,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione.
    Vorrei essere libero, libero come un uomo.
    Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza
    e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza,
    con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo
    e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà.
    La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche un gesto o un’invenzione,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione.
    La libertà non è star sopra un albero,
    non è neanche il volo di un moscone,
    la libertà non è uno spazio libero,
    libertà è partecipazione.

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...