27 pensieri riguardo “REGALI

  1. Su quel sentiero ci sono passato 15 anni fa, in Agosto. Non avevo l’astronave a pedali ma uno zaino pesantissimo e andavo in giro a torso nudo, per cui, visto che dopo un po’ si arriva ad una "ferrata", si superano i 1800 metri e il sole picchia forte, ritornato a valle mi ritrovai con la schiena bianca e il torace con una H bianca su fondo rosso, bellissima, in corrispondenza alle cinghie. Da allora, in alta montagna, allungo sempre le orecchie per ripararmi.
    Pieffe

  2. L’Acca in fuga, dal "Libro degli Errori" di Gianni Rodari, era come minimo doveroso mi pare…
    Comunque, a girare da quelle parti sei proprio un buongustaio!
    Riccardo

  3. Un saluto anche da me, da Stella.
    Oggi mi sono trovata a guidare: c’era una vita canadese, arrampicata a rivestire il muro sopra un ponte che passava sopra l’autostrada. Era del colore della brace, lo stesso colore che vedo qui, ora, nel camino che sta spegnendo. Peccato non aver avuto con me la macchina fotografica e nemmeno il cellulare.  Pensavo che mi piacerebbe rivedere luoghi che ho amato tanto, in passato e che farlo con questi colori sarebbe specialmente mordibo, dolce. Ho scoperto, da poco, che voler rivedere o non voler rivedere mai più alcuni luoghi, è un fatto di "persone". Alcuni non si vogliono rivedere per paura che facciano male: gli stessi poi capita di volerli rivedere nella certezza che faranno solo bene. Ma è complicato e forse te ne parlero’ a voce, se capiterà.
    La tua foto veste l’estate, mentre ora è un tempo che veste un cappotto caldo, morbido e che odora della lana di una volta. Ma dura poco, hai notato? Prima fa caldo e poi arriva subito il gelo: questo toglie a questa magica stagione parte della sua musica. Si, perchè l’autunno è un canto. Ed è anche un bacio, lento e dolce, Un saluto da me e anche da Lorenzo.
    L’altra sera, passeggiando, ho visto il luogo che lo ha allontanato da alcuni suoi autunni passati. Qualcuno ha avuto un po’ di nostalgia, io credo. Si sentiva, sotto una luna assente. Ma c’erano le stelle. Ecco, credo che sia stato un pensiero speciale. Si hanno spesso pensieri speciali, sotto alcune stelle.
    Un bacio
    S.
     

  4. Deliziosa la storia dell’"h" e poi, in quel di Firenze, se vi si leva l’ "h"… ‘un parlate più.
    pensavo anche che l’aggiunta dell’ "h" ne’ nomi di persona dona ‘un ‘so ché d’asotico, quasi come la "y": 
    Pensa ad esempio a dire Dyh Pyethro, o Berlhuschonyh. o Rhosy Bynhdi: l’è tutta un altra ‘osa, sembran quasi seri.
    Io ci farei un decreto legge!
    Pieffe

  5. Sei sempre il solito modesto… ormai per meno di una legge costituzionale non s’alza nemmeno il gatto.
    Scusa, vado: mi sono venute le bolle.
    R

  6. celeste cara, avevo le casse accese. Mi stavo gustando la foto, che mi sussurrava pace e serenità, immaginavo d’esser lì anch’io, con lo sguardo che va oltre la strada, oltre le cime degli alberi e delle montagne e mi parte la musica a tutto volume! Mi dovevi vedere mentre salto sulla sedia e atterro maldestra sul bracciolo e rido rido e rido ancora!!! A parte lo scherzetto che mi hai tirato, io adoro la montagna. E’ stata la mia meta etiva preferita per diversi anni. Le escursioni zaino in spalla, borraccia e pranzo in baita, i piedi nei ruscelli dall’acqua freddissima, i temporali improvvisi nei boschi (e che paura dei fulmini!), la montagna di notte, col suo profilo massiccio e anche un po’ tetro…eh già…

  7. Oh celestina!! Lo vedi che ch’avevo ragione io. Lo dice pure "lei o lui che lo sa perchè c’era". Ti piglia un colpo con quella musica a palla che t’esplode quando meno te l’aspetti!!

    Il Riccardo invece s’è preso le bolle: vuoi vedere che è andato ad Arcore e s’è contagiato la scarlattina pure lui?
    Secondo me non ce la conta giusta.
    Qui da noi, a Roma, la scarlattina non si prende mica. Noi seguiamo le tendenze regionali, mica quelle del governo! Siamo ormai tutti in-trans-igenti e per tale ragione ci viene qualche prurito …ma bolle manco una.
    Pieffe

  8. Buongiorno a tutti!!! Vengo  con un bel caffè fumante per la cara Celeste e per i suoi amici. Per Petula, invece, porto una bella lucertolina. Spero che mi abbiano consigliato bene!  @pieffe: sono una lei!!!! Confermo il colpo apoplettico alla partenza della musica a tradimento! Un abbraccio.

  9. Voi non capite: serve per tenervi tutti "alive and kicking" ed evitare calamenti di palpebra inopportuni.
    Regards
    R

  10. Ciao "tu lo sai perché c’eri" e scusami per l’improvvido scambio di genere: ma io come facevo a saperlo che eri una lei? Mica c’ero.
    Riccardo: Un coccolone, ti giuro, altro che "alive"! Però, in fondo, il primo termine romano che viene in mente quando, contemplando la montagna celestina, t’esplode inaspettata la banda nelle orecchie è: "alim…or.." e quindi… è quasi uguale.
    Pieffe.
    P.S. Dove avete nascosto Celeste?

  11. Caro djR di Celeste in Controluce, ti posso suggerire un bel coro alpino,  cantato dal coro dei Crodaioli (ai miei tempi le conoscevo tutte)? Insomma,  qualcosa di meno frenetico degli Jodel che vengono fuori all’improvviso e che ti fanno saltare anche se non hai i pantaloncini di pelle e cappello da montanaro? 
    Certamente ci sono canti un po’ tristi (signore delle cime) che se volete sentire…preparate i fazzoletti:

    oppure qualcosa di più frivolo come La Montanara:

    I nostri cori di montagna hanno una suggestione particolare.
    Fate taglia incolla e se vi va di sentirli…buon ascolto!

  12. Certo Pieffe, capisco: tu mi stai dicendo che le parole
    “Olim horta cidesti fidem ignotam”
    ossia "Una volta abbandonata lasciasti la sconosciuta fede" ti sono spontaneamente sgorgate dal petto una volta udita la musica e che pervaso dalla suadente melodia in questione (peraltro atta all’uopo, e di gusto ineccepibile come da Vostri plurimi ed unanimi consensi quivi espressi e ribaditi), ti sei reso conto che la essa era comunicazione diretta del Divino, e che le fedi precedenti si sono rivelate come quel che erano e sempre erano state, ossia meri feticci…
    Tu hai visto la luce, me ne compiaccio (e James Brown con me), ma non è il caso che mi ringrazi, l’ho fatto volentieri.
    Riccardo

  13. Eccola, la Celeste. Era …. dietro la montagna.

    Ho letto tutti e tutto.  E ho un bel gruppo di Amici (con buona pace della Maria de Filippi, si intende!) Mi piace che anche senza di me le persone si prendono il tè qui. La chiave è sotto lo zerbino, lo sapete, oramai.

    Pinuccia e Marinz.  Grazie e buona settimana… anche se piovosa. Ho fatto delle foto bellissime un mesetto fa, acqua e foglie. Poi ne pubblico una.

    Pieffe:
    mi stupisci!  La foto  di Ioloso è una donna con una profondissima scollatura sulla schiena !!! Ti si sono per caso appannati gli occhiali?

    Petula:
    era buona la lucertolina di Ioloso?

    Ioloso
    Dopo un po’ che avrai letto Pieffe saprai che a colazione mangia puntine da disegno per cui… se ricapita un atro invito.. provvedi tu nel caso?

    Stella: 
    condivido il pensiero che a tenerci lontani da alcuni luoghi oppure, diversamente, volerci ritornare è un fatto di "persone".
    Tendiamo a cristallizzare momenti, amori, esperienze. Ma la vita è movimento. Un saluto anche a Lorenzo.

    Riccardo … e Pieffe
    Gara di intelligente iroia o di ironia intelligente.
    E di eleganza. Insomma di Intelleganza.
    Insomma una bella coppia. Felice e.. onorata di avervi qui in controluce.  (Ma una cena noooo? )

    La musica:
    vi ha già risposto Riccardo con dovizia di particolari.
    chiedo scusa per gli spaventi… ma dicono che un buon scossone alle coronarie ogni tanto fa bene…. Come un bicchiere di whisky…

  14. Riccardo e Pieffe
    una domanda: se per caso capitasse … dico, per caso… capitasse di trovarvi a cena insieme, che mangiate voi due?

    Ioloso
    ti ho riletta e ho ri-riso…
    Mi spiace del tuo atterraggio sul bracciolo…
    Dovresti chiedere a chi è responsabile di rimediare al danno…
    E’ un cavaliere.. sono certa che lo farà. Vero, Riccardo?

    CELESTE

    mannaggia all’avatar

  15. ecco sì, riccardo, visto che sei pure un cavaliere (l’articolo ci va per forza, ché in questi tempi dire solo cavaliere "pare" faccia sgranare gli occhi a un po’ di gente…) perché non rimedi al salto con atterraggio causa casse accese e musica alla traditora???  
    @celeste: forse pieffe si è tenuto sul vago perché in questi giorni l’abito non fa una donna…dicono…Puntine per colazione? E va bene. Che menù strambi che ci sono da queste parti…e…tanto per curiosità, tu a cena cosa ordineresti???

  16. ioloso
    Non rispondo per riccardo… ci penserà lui ne sono piu’ che certa ….. 

    Pieffe mangia puntine da disegno anche chiodi di ferro e metalli in genere. Una parte se la mette in tasca e, una volta a casa prova a tramutarli in oro.

    Niente di piu’ vero che l’abito non fa una donna.. E nemmeno un uomo..  Per estensione: figurarsi un abito da donna indossato da un uomo ………. che non fa piu’ nemmeno notizia nè scandalo ( vedi la cronaca politicalmoralgossipara di qs giorni del  "biiiiiip" che non per niente fa rima con Marrazzo)
     
    Per quanto riguarda me…. Io non mangio. Bruco.
    Eh si….. Infatti mi stanno spuntando gli zoccoli e in qualche occasione pare mi sfugga  qualche "beeeee … beeeeee" 
    Pero’ sto per rientrare nel jeans…

    Bacio

  17. Ah, qual torto mancino, quale orribile ed irrispettosa offesa ebbi a generare al cospetto di si nobile fanciulla e inconsapevole, Iolosoxchecero (Qual curioso nome per una fanciulla, in effetti… vabè Senti, posso mica chiamarti "Ics"?)!
    Millanta frustate, amici miei, ecco quello che mi spetterebbe in un mondo più gentile, e diverso da questo, ove i Cavalieri fossero essi stessi portatori di giustizia e nobiltà d’animo, al mio pari, (e non di leggi ad personam. Ops!). M’appellai Agilulfo tra le remote genti di Palestina, dalla bianca e immacolata armatura, e la mia voce vi giunge metallica da dentro l’elmo chiuso, come se fosse, non una gola, ma l’elmo stesso a vibrare! Io non esisto, e son tra voi per la sola forza di volontà che non mi permette di recedere da nessun ostacolo lungo la via, il quale mi impedisca di agire per il Bene in se stesso!
    Tormento e dolore per quest’offesa mi dichiaro (oh Ics, a forza di ragionare e avevo quasi perso il filo!) e affranto oltremodo: Senti, ma che lo piglieresti un caffeino, eh?
    RIccagilulfo 🙂

  18. Ricc:
    non ho parole…

    Ioloso
    Per quel caffè: scegli una notte senza luna se puoi.
    Ma t’avverto, gentil donzella: evita la luna piena: lui abbaia, gli cresce il pelo e soprattutto morde.
    Ma se proprio non puoi farne a meno, porta teco guinzaglio e museruola.
    Costui agisce sotto mentite spoglie: si presenta come il giovane Rambaldo ma tu lo sai, le apparenze spesso ingannano!

    In lingua autoctona:  UN TI FIDARE! 

    Scherzo. E’ un vero cavaliere (esistente, giuro) 
    Ha perfino il cavallo… Di ferro..ma ce l’ha…

  19. @riccardo/cavaliere Rambaldo dal cavallo di ferro: codeste Vostre scuse le avete espresse in modo sì soave che porpora addirittura mi colorò le bianche guance. Non son più stizzita contro di Voi che osaste offendere le mie gentili orecchie, pertanto Vi concedo il mio perdono e la mia mano…per sfiorarla con un bacio casto, cosa andate mai a pensare! sono già andata felicemente in sposa ad un altro baldo, senza Ran-, cavaliere!
    @cele: organizziamoli più spesso questi caffettucci pomeridiani che qui si sta così bene! Ho portato qualche chiodo per pieffe, un’altra lucertola per petula, le scuse per riccardo e un po’ d’erba per te…che detta così…può suonare pure male…
    @@riccardo: se ti fa comodo, puoi chiamarmi pure ics, che mi ha fatto tanto ridere!!!

  20. Cara Iolosoxchecisonocapitataafagiolo, le tue lucertoline sono magnifiche, mi dovrai dire chi è il tuo cacciatore di fiducia che gliene vorrei ordinare un certo numero per Natale e fare dei piccoli presenti agli amici del blog. (Magari Celeste le apprezzerà di più dell’insalata!) 

    Trovator Riccardo, la tua descrizione mi rammenta il Cavaliere Inesistente di Calviniana memoria e il candido cimiero è certamente atto ad attrar della luna  le attenzioni al pari dei dolci richiami che, dice Madonna Celeste,  stasera rinnoverai al mutevole astro.

    Ma che odono le mie pelose orecchie? Che strano suono emette la possente ugola? Che sia uno……..jodel?

  21. Come sempre quando il gatto manca i topi ballano. 
     
    Petula dove ti eri cacciata?
    Sempre a rincorrere lucertole!!
    Nel mentre qui si tesson tresche all’ombra delle giallastra e rosse frasche e sotto la pioggia fresca. E pure sotto la luna tersa.

    Fanciulla che arrossisci al chiar di luna attenta che tanta luce oltre ad arrossir  …  può altresì arrostir  (Icaro docet … ).  Discorrendo in generale, si intende.  
    Ma apprendo che il cuore tuo è stato rapito già da altro Cavaliere pertanto dico a te,  RICCARDO:   pria di offrire caffè a destra e a manca, in futuro accertati di poterlo dire senza onore ferire!!! Oppure tienti pronto a raccoglier guanto al calar del sole e a montar sul tuo cavallo di ferro a sostener duello….

    E qui ti voglio vedere …..

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...