COSA

 chieragaber

desktop-malta-dinglicliffstramonto.jpg

Cosa di prova in un giorno normale

cosa si prova di nuovo ogni risveglio

cosa si prova quando stiamo male

quando si soffre per un piccolo dettaglio.

 

Cosa si prova in tutte quelle ore in cui nulla può accadere.

 

Cosa si prova quando c’è un’amicizia vera

e poi si beve insieme e sei anche contento

ma senza impegno e finché dura

con la disinvoltura di vivere al momento.

 

Cosa si prova in tutte quelle ore in cui nulla può accadere.

 

Non resta che il sapore di un’immagine stordita

a volte allegro a volte doloroso
ma senza la memoria accade che la vita
è come un libro che si sfoglia a caso.

 

Ma che si prova se senti nascere

come da un’altra vita un’energia sconosciuta

se ritrovi il gusto di un gesto semplice

che lasci un segno

ti sembra che la vita sia possibile

ma forse è un sogno.

 

Cosa si prova ad accarezzare i suoi capelli biondi

cosa si prova a guardare i suoi fianchi ore e ore

cosa si prova appena dopo litigi furibondi

a rinnamorarsi e poi a stufarsi per un raffreddore.

 

Cosa si prova, cosa viene in mente a non provare niente.

 

Cosa si prova se in due si vive meglio

e ci si sposa, magari in primavera

cosa si prova se all’improvviso nasce un figlio

senza capire il senso di una famiglia vera.

 

Cosa si prova, cosa viene in mente a non provare niente.

 

Mi resta solo un po’ di nostalgia di tutto quel che perdo

le cose buone e le persone care

migliaia di frammenti e dietro ogni ricordo

ti resta solo un vago ricordare.

 

Ma che si prova se senti nascere

come da un’altra vita un’energia sconosciuta

se ritrovi il gusto di appartenere al mondo intero

ti sembra di sfiorare l’impossibile

e forse è vero.

(Cosa si prova – Gaber – Luporini – 1987)

6 pensieri riguardo “COSA

  1. Favolosoooooooooooooooooo…Grazie….ma l’ultimo pensiero è eccezionale"
    "Ma che si prova se senti nascere
    come da un’altra vita un’energia sconosciuta
    se ritrovi il gusto di appartenere al mondo intero
    ti sembra di sfiorare l’impossibile
    e forse è vero."
    Di nuovo grazie…Simona…

  2. Ero stato a teatro a vedere uno spettacolo di Gaber.. un grande poeta e cantante che sapeva trasmettere tanto… e come ha citato Simona l’ultima strofa è bellissima

    un sorriso (che non è né di destra né di sinistra) 🙂

  3. ma che c’azzecca sto video?
    non credi che se avesse voluto il video lo avrebbe messo lei?
    giovanna

  4. il testo è poesia. Lo dico sempre che bisognerebbe prima leggerli e poi ascoltarli, per assaporarli meglio…il verso:
    Mi resta solo un po’ di nostalgia di tutto quel che perdo/le cose buone e le persone care/
    migliaia di frammenti e dietro ogni ricordo/
    ti resta solo un vago ricordare.
    mi ha rimbombato dentro il cuore una riflessione che stavo già facendo ieri sera, sulle persone che mi sono persa strada facendo…ma non quelle venute a mancare (non solo), anche quelle "perse di vista". Per mille motivi…pur avendo condiviso con loro pezzi di vita importanti. Mi sa che ne farò un post. Grazie Cele!

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...