CANZONE DI NIENTE


Sono le cose che non ti ho mai detto, sono i baci perduti per strada. Sono la luna caduta sul tetto quel giorno di maggio. Sono le pieghe strappate del vestito più stretto. Sono la piuma dentro l’inchiostro. Sono il nastro di raso sul seno. Sono il profumo di qualche mattino. Sono la rabbia che non hai sfogato, sono le labbra che non hai toccato. Sono lo sguardo distolto alla spiaggia, sono la strada che finisce nel mare. Sono l’alibi dentro al tuo letto. Sono liquido denso sopra il tuo corpo quel giorno che hai pianto.
Sono le lettere del tuo alfabeto, tutte quelle che hai già imparato, sono l’attesa che rende perfetto il momento. Serratura senza la chiave, sono la porta che chiude il dolore. Sono le lenti da sole per gli occhi, sono acqua che scende dal cielo. Sono l’ultima goccia nel vaso, sono la carta che vince la mano. Sono il discorso tracciato deciso e perduto. Sono la gomma nella memoria, carta vetrata dentro la gola. Sono la pioggia che scende gelata e ti frusta la faccia. E sono vento e acqua e tempesta. Sono il sogno che divora la notte e il grido che desta. Sono l’amaro dei giorni di festa, sorriso ipocrita sopra ogni faccia. Sono il mostro che dice ogni volta quello che pensa. Sono dolcezza in ogni tramonto sono dolore per ogni tramonto. Sono la piaga dentro il ricordo di ogni tormento. E sono il sasso dentro la scarpa, e sono sempre io la spina dei fianchi, ma sono il balsamo sopra il tuo cuore nelle ore d’amore.
Sono il colore che assume la sera, sono il buio che serve al tuo sonno. Sono la mano che tocca la fronte sono il riscatto del tempo venduto. E sono la solita storia malata, sono l’amore senza pretesto. Sono soltanto un’ora lasciata ai bordi del cielo.
Sono la lacrima che non hai raccolto sono la polvere sotto il tuo letto sono la stella caduta per caso sopra il tuo tetto. Sono terra per ogni tuo fiore, sono lo sfondo di ogni tuo canto. Sono compagna di sera, di giorno … sono io che ti avvolgo.
Sono la stoffa di ogni vestito sono il ricordo che sputi per strada.
Sono la neve nella memoria di un giorno felice. E sono il latte versato in cucina, sono la semina nel tempo sbagliato, sono soltanto un giorno normale in un tempo passato.
Sono il peccato che rompe la noia, sono il coraggio che riempie di gioia. Sono la cosa che hai sempre cercato .. Sono il tempo passato.

Non serve capire… non c’è niente da capire..  E’ scritto in punta di dita. Di piedi mica tanto. E’ scritto in una sera come questa. E’ scritto…  e basta.

6 pensieri riguardo “CANZONE DI NIENTE

  1. Marinz
    ti devo delle scuse sai?
    Il post in questione è una specie di scavo .. sai, uno di quelli che a volte capita di fare nella vita quando le domande senza risposta prevalgono su quelle che bene o male trovano una qualche risposta, giustificazione o magari anche un alibi? Ecco… era uno di questi momenti. Tu hai trovato della bellezza anche qui… e sì, è vero, credo che ce ne sia anche in luoghi come questi.
    D’altra parte il tuo sito “Pronti per cambiare il mondo” e poi “Un mondo magico per cambiare la realtà” la dice lunga sul tuo modo di sentire.
    Ancora grazie. Felice di averti qui.

  2. beh grazie… non so forse venendo in controluce cerco di vedere anche la luce che filtra attraverso i rami resi “scuri” dal sole di fronte ma che in effetti non perdono mai la loro bellezza
    niente scuse va sempre bene quello che uno pensa, sempre che non sia offensivo, ma qui non credo proprio che capiti :o)
    un sorriso 🙂

  3. Canzone del niente. C’è molto nel tuo niente, cara Celeste…tanta consapevolezza, tanta frustrazione, tanto dolore, TANTA POESIA. Capitano spesso, quelle sere lì. E’ scritto.

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...