GELO-SIA

prigione

(….) nel senso che se vuoi le attenzioni, devi sviluppare te stesso e non "reprimere la concorrenza".

E’ un "taglia-incolla", stralcio di una conversazione in skype di oggi, durante una pausa caffè. Il contesto era la "gelosia". Parlavamo, io e un amico,  di quella gelosia più intellettuale che amorosa, più rivolta verso l’interesse per il "di dentro" delle persone che per quello che coinvolge la sfera sessuale. E a volte c’è la tendenza a "reprimere la concorrenza". C’è della tenerezza, in questi "tentativi", che quasi sempre sono indice di insicurezza e di bisogno di rassicurazioni, di necessità di sentirsi al centro dell’universo dell’altro. Di sentire (ma spesso di illudersi) di essere unici e insostituibili. Esclusivi.  Siamo esseri umani, con emozioni, paure, solitudini; navighiamo in un mare di incertezze e i pochi punti fermi diventano essenziali, vitali. Il problema vero nasce quando la gelosia diventa patologica, ossessiva. Allora son cavoli. Torneremo, magari, sul tema della "gelosia" perchè è un tema interessante e spesso anche una grande sofferenza che soffoca innanzitutto chi la prova e che poi finisce col soffocare l’altro. In questo modo chi ne soffre diventa inevitabilmente vittima delle proprie paure: cercare di trattenere qualcuno soffocando la sua esistenza, mangiando i suoi spazi, privandolo dell’aria,  è il modo più sicuro per perderlo: presto o tardi la comprensione si trasforma in accondiscendenza, poi in irritazione e alla fine il disagio diventa intollerabile, fino a rasentare il rancore. Ricordo una citazione di Richard David Bach "Se ami qualcuno lascialo libero. Se torna da te, sarà per sempre tuo, altrimenti non lo è mai stato".

8 pensieri riguardo “GELO-SIA

  1. Ciò che dici Celeste è sacrosanto. Vale per tutti noi, umani e felini. Riguardo alla frase iniziale direi che questo motto potrebbe valere anche e soprattutto per certe categorie politiche!!!
    Augro a tutti un venticello fresco e delizioso.

  2. molto molto interessante quello che scrivi e s’ha da meditare…

    io penso che l’altro sia una ricchezza, con le sue idee. Credo di essere, in tutti gli ambiti di gelosia, poco “geloso”. Cerco di avere cura delle mie cose, alle quali tengo, e poco geloso delle “cose” degli altri. Magari un pò di sana invidia. Ho tanto da imparare. Preferisco l’Ascolto.

    anche io son poco presente causa splinder-blocco-mentale e tante cose da fare.

    un augurio di buona giornata
    piena di cose belle.

  3. La complicità, l’intesa profonda e sensibile, l’accordo, lo sguardo che intende e fa intendere. La comprensione oltre le parole, oltre i gesti. Quando tutto questo si instaura tra una donna e un uomo allora significa che c’è qualcosa di grande.
    Una notte di sesso o anche una intero fine settimana non è nulla a confronto di un solo istante bagnato di tutto questo.

  4. Bach con la Libertà del Gabbiano Jonathan è un libro fantastico e condivido appieno la sua ultima frase e la tua riflessione…
    credo cmq che la gelosia può essere costruttiva se fa crescere un rapporto, non nel senso del non fidarsi, ma nel “desiderare” qualcosa per assaporarlo meglio
    un sorriso 🙂

  5. Forse perchè la gelosia è il desiderio di “possedere” una cosa tutta per se… in fondo il volere una cosa in modo “unico” può essere la dimostrazione di Amore ma questa non deve superare la libertà dell’altro/a perchè altrimenti diventa un totalitarismo… se invece se desidera unicamente quella persona nel rispetto reciproco della propria libertà la gelosia può far crescere un rapporto
    un sorriso mattiniero a te 🙂

    Ps sono solo pensieri così a caldo leggendo il tuo blog e rispondendo alla tua domanda 🙂

  6. Ciao Marinz.
    Grazie dei pensieri a caldo..
    E’ cosi’ che deve essere, in Controluce almeno.
    Ora è chiaro e condivisbile.
    Ciao. Buon fine settimana

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...