ABRACADABRA

sferadicristallo

Gigliola Giorgini, in arte “Mamma Ebe”, da Quarrata, provincia di Pistoia, torna alla ribalta per nuove accuse. Alle spalle un lungo passato di crimini, accuse, processi, condanne.  Al suo attivo, tra i vari reati, la fondazione di un ordine religioso, guarigioni miracolose, una miriade di persone plagiate, sfruttate. Ragazze costrette a lavorare anche 20 ore ogni giorno per essere diventate “Suore di Mamma Ebe”.
Lei, la mamma delle suore: un patrimonio in pellicce, gioielli, automobile e altri vizi costosissimi e, siccome siamo in un Paese dove la giustizia è uguale per tutti ma per alcuni è più uguale che per altri, una condanna lieve, poi dimezzata in appello con tanto di concessione degli arresti domiciliari. Poi nuove condanne per svariati crimini tra cui somministrazione di stupefacenti, esercizio abusivo della professione medica e via di questo passo. Una volta fuori eccola che di nuovo si tira suu le maniche, protetta da schiere di fedeli che darebbero la vita per lei.
Crimini simili a quelli perpetrati da Vanna Marchi e figlia, quelli di Mamma Ebe, commessi attraverso il modo più subdolo e infame ovvero facendo leva sulla ingenuità, la buona fede e l’ignoranza delle persone. Persone che nella maggioranza dei casi sono anime disperate, vittime di tragedie famigliari con storie pesanti alle spalle. Storie malate. Sono reati tra i più meschini e vigliacchi quelli a danno di questa gente.
Sembra assurdo, nel 2000 e in paesi civilizzati, ma purtroppo è vero: c’è tutto un mondo più o meno visibile che si affida a questa schiera di maghi, guaritori, sensitivi.
Persone che si indebitano fino al collo, cadendo anche nelle mani degli strozzini, perdendo tutto, casa compresa, per avere in mano un pugno di sale, quattro candele, un ramo di edera, due bastoncini di incenso, quattro pezzi di vetro.
Mi raccontava una mia zia di una sua conoscente che si affida ad una di queste persone affinchè la protegga: le ha venduto una catenina con un ciondolo il quale una volta o due l’anno deve essere "ricaricato" cosa che naturalmente può fare soltanto lei dietro pagamento di una somma di denaro non irrilevante. Denaro che  "naturalmente"  la maga dona in beneficenza…
Si affidano a questa “signora” anche uomini d’affari prima di firmare accordi importanti, stringere patti sociali etc e non soltanto gente disperata che non sa più a quale santo votarsi…
Siamo all’alba del terzo millennio e questo pare un fenomeno molto più diffuso di quanto si immagini.
Mi è capitato di trovarmi a casa da sola malata e fare zapping con il telecomando; il pomeriggio, nei canali riservati alle televendite, queste persone agiscono, immagino  in tutta legalità vendendo oroscopi, previsioni, combinazioni della lotteria (naturalmente vincenti), amuleti vari. E mi domando: è possibile che lo Stato non tuteli i cittadini? E’ possibile che non si possano fare leggi che vietino a questa gente di usare canali forti e alla portata di tutti così da limitare, almeno, il rischio di rovinare intere famiglie e di alimentare il giro dei usurai e anche i suicidi? Quanta gente decide di interrompere terapie ortodosse perché un deficiente disonesto e ladro senza alcuna coscienza  impone le mani o il pendolino sul tumore o prescrive riti assurdi quali fare il giro del letto in senso antiorario prima e dopo i pasti?

Mi torna in mente Manson che in America, negli anni 60 reclutò un gruppo di ragazzi sbandati, dediti ad alcol e droga spingendoli a commettere atroci omicidi (tra cui quello di Sharon Tate). E ancora: la setta dei Davidiani, Texas, con i suicidi di massa…. E quella nostrana “Bestie di Satana”.
E poi quel giovane ingegnere, diabetico, morto per aver deciso di sospendere l’insulina dietro suggerimento di un santone.
E ancora: è possibile che debba essere Striscia la Notizia a fare in modo che vengano arrestate  criminali quali Vanna Marchi e figlia con mago brasiliano?  E che sia sempre una trasmissione con lo spirito di Striscia a scovare gente che giura di curare malattie anche gravi, anche  il cancro, mettendo la fotografia del malato dentro un macinino da caffè o in un frullatore? E’ possibile che un citttadino che subisce cose del genere debba andare dal Gabibbo, da Fabio e Mingo per far sentire la sua voce e far muovere qualche sedere comodamente seduto sulla poltrona il cui proprietario è profumatamente pagato con i soldi dei contribuenti? 

23 pensieri riguardo “ABRACADABRA

  1. Posso contestare?
    Si, hai ragione. Certe persone turlupinano il prossimo. Ma il loro difetto è farlo senza la protezione della legge. C’è chi turlupina, oh se turlupina, e nessuno gli dice niente.

    Ma ci sei mai stata in un ospedale romano o Napoletano?
    Hai mai girato per le corsie con i topi o le fognature “a vista”.
    Hai mai fatto 10 ore di fila al pronto soccorso?
    Sei mai stata presa a parolacce da un infermiere?
    Hai mai aspettato 8 mesi per fare una mammografia?
    Ti hanno mai dato una cura sbagliata che ti ha fatto star molto male?
    Hai mai trovato un medico che ti ha proposto un intervento costosissimo di cui non avevi bisogno?
    Ti sei accorta che l’industria ha prodotto medicine a base di staminali per far crescere i capelli e invece se ne fotte di malattie meno commerciali?

    Bene. A me tutto ciò è accaduto ed anche a moltissimi amici miei. Migliaia e migliaia di casi. Alcuni sono morti ammazzati dalle cure mediche (come dire….dal fuoco amico) e altri perché abbandonati in una corsia d’ospedale.
    Quindi evviva mamma Ebe. Fa assai meno danni di quanti ne faccia la medicina ufficiale. Con una differenza: Lei almeno, se sbaglia o imbroglia un po’ troppo, va in galera.
    Quelli che camminano per le corsie con i camici svolazzanti chiamando i pazienti per numero, come i carcerati, che se ne fregano se la cura non ha avuto effetto, garantiti dal fatto di aver “rispettato il protocollo”, non li redarguisce nessuno.
    La legge li autorizza a fare ufficialmente gli stregoni. Con una garanzia: Loro seguono i protocolli scientifici!
    Che, per caso si capisce che ce l’ho un pochino con i medici?.
    Pieffe

  2. Pieffe: ehmmmm .. dunque:

    1) Certo che si può contestare.
    Il giorno in cui non ci sarà più confronto questo angolo sarà chiuso.

    2) Ho, come sai, una notevole conoscenza di alcuni ambienti e una notevole esperienza acquisita direttamente in campo … E in prima linea.
    Ma il fatto che accadano le cose che tu hai elencato e che fanno male naturalmente anche a me, non daì alcun diritto a nessuno al mondo di sfruttare il prossimo, penderlo in giro, creare false illusioni e derubarlo.
    Nessun crimine mai deve essere considerato meno grave di un altro solo perchè una parte di coloro che lo commettono è addetta ai lavori.
    Sarebbe come dire alla mafia che fa bene a far pagare il pizzo ai commercianti perchè chi dovrebbe proteggere (la polizia) non è in grado di farlo. No. Non ci sto.
    E questo spirito lo trovo anche in un libricino che condivido tanto.. e che sta sul mio comodino.
    .
    Per quanto riguarda i tempi di attesa credo che molte cose stiano migliorando. A Milano – forse – ma è un inizio, no?
    Ho prenotato (con il servizio sanitario pubblico ovviamente) proprio negli scorsi giorni una radiografia al ginocchio (3 giorni a Milano; in prov. di Varese era un mese) una mammografia (15 giorni perchè ho rifiutato il primo appuntamento che mi hanno offerto perchè era per il giorno dopo) un eco-color-dopler (8 giorni).
    Mio marito una risonanza magnetica alla schiena e tac al cervello 8/10 gg. di attesa..
    .
    Invece in quanto ai carcerati che vengono chiamati per numero…. qui credo di essere molto piu’… severa di te…. nel senso che sappiamo tutti molto bene che se rubi un pezzo di pane ti fai l’ergastolo mentre se uccidi l’intera famiglia sconti pochi anni e poi esci e incassi l’eredità.
    .
    Sono certa che hai le tue buone ragioni per essere incazz… con i medici…. Anzi, lo so… e capisco bene, credimi.
    Ma ripeto….. medici o no… derubare la gente, illuderla, ucciderla non deve essere MAI MAI perdonato. A nessuno.

  3. Branz…
    Non venirmi a dire che gli omeopati sono tutte brave persone!!!
    E che lavorano gratis… O che loro non fanno danni ….
    .
    Io credo che vi sia una distribuzione gaussiana di persone valide e di altre meno, come delle persone oneste e di persone marce, in ogni dove e in qualsiasi campo e nell’ambito di ogni professione.
    .
    Potremmo stare a parlare per ore su questo… ma non andremmo da nessuna parte; vale sempre il vecchio adagio: non si può fare di tutta l’erba un fascio…
    Pertanto qualche medico buono e onesto e coscienzioso ci sarà ..
    Qualche Mamma Ebe onesta dubito, francamente.
    Potremmo anche parlare del mercato delle grazie … A Padre Pio adesso si può richiedere la grazia anche via e-mail o dell’acqua di Lourdes venduta in loco e credo anche per corrispondenza ….
    Ma vedere queste cose non significa, per chi l’ha, perdere la Fede….
    .
    Ma se parliamo di tutto non ne usciamo più ..

    Accidenti dovevo fare un post sui differenti modi di fare il ragù….

    Voi come lo fate?

  4. Cara Celeste concordo appieno con le tue risposte… credo che bisogna ricordarsi sempre che la medaglia ha due facce… gente onesta e gente che ne approfitta… credo inoltre che per natura umana si è portati a crede al sovrannaturale… c’è chi ha la Fede e chi invece la ricerca affidandosi alle persone sbagliate ma anche qui cadremmo in un discorso lunghissimo perchè ci sono persone che con la scusa della “fede” approfittano della situazione…

    Vengo però al ragù: normalmente faccio un soffritto, meglio non quello surgelato, con carote, sedano, cipolla tagliati sottili sottili o a dadini… dopo ci metto la carne trita e la faccio cuocere e poi ci aggiungo la salsa di pomodoro (fatta dalla mamma durante l’estate) … aggiusto di sale, qualche volta gli do un pizzico di piccantino e lo faccio bollire

    Ora mi è venuta fame, mangio qualcosina e vado ad allenarmi 🙂

    un sorriso e buon week-end 🙂

  5. Hola Marinz…
    Il mio: soffritto di cipolla sedano e carote, come il tuo. Poi aggiungo la carne tritata e poi il vino rosso, sale e pere. Pomodoro. E ALLORO…
    Poi cottura per un paio di ore.
    Buon allenamento e un bacio

  6. Fermo restando che ci sono cialtroni e persone oneste, devo dire che io con l’omeopatia mi sono trovata bene. Lì dove poteva arrivare l’ho usata, dove non poteva essere efficace mi sono rivolta alla medicina allopatica. Il problema è non essere fondamentalisti e negare o abbracciare in toto un tipo di medicina. Ovviamente bisogna sapere anche a chi ci si affida, al mediconzolo che ha letto 2 opuscoli su Hannehman e ha fatto un corso di 3 mesi, o chi dello studio sui simili ha fatto una ragione di vita.
    In altri paesi certe medicine alternative sono ufficialmente riconosciute con ospedali inclusi nel SSN. E le medicine omeopatiche costano la metà che in Italia.
    C’è una precisa volontà di mantenere certe cose ai margini perchè rovinerebbero giri d’affari mostruosi.
    Proibire certe cure per legge vorrebbe dire precludere certe libertà del cittadino e allora preferisco mille volte una Mamma Ebe che ha i suoi adepti volontari piuttosto che non poter usufruire dello sciamano se mi aggrada, perchè altrimenti le multinazionali del farmaco perdono affari, anche se questo comporta fare tre giri del letto prima di pranzo. Perchè se io maggiorenne e libero cittadino, nel pieno delle mie facoltà mentali lo scelgo…va bene così.

  7. Ehm…per il ragù io metto carota, sedano e cipolla interi, 2 chiodi di garofano nella cipolla, soffriggo con tre tipi di carne (lucertola, geco, e topo di campagna) sfumo con vino rosso, pomodoro e via così a fuoco lento per due ore!
    Voilà, ricetta della casa (ehm. cuccia) premiata con 3 code di rospo nella guida del Gambero Rozzo!!

  8. Petula: sono assolutamente d’accordo che non debbano essere proibite per legge le cure omeopatiche cosi’ come ritengo SACROSANTO il diritto di rifiutare qualsiasi cura e anche quello di morire … conservando la propria dignità, compreso il diritto di non soffrire (argomenti anche questi spinosi su cui si è discute ancora tanto, dalla terapia del dolore all’aborto etc)….
    Tutelare le persone dalle truffe … è un altro paio di maniche.

  9. Mi spiace. Probabilmente non mi sono spiegato bene.
    Quando parlavo di pazienti chiamati per numero non parlavo dei carcerati ma proprio dei pazienti. Purtroppo è vero. Al Policlinico Umberto Primo è normale.
    “Aho, a nonné, piantala de piscià sur letto che poi devo pulì” (è una frase infermieristica quotidiana). Ho visto gentili signori di 80 anni, piangere di vergogna e di disperazione, trattati come prigionieri in un lager!! Abbandonati per ore sui loro escrementi. Dove? A Roma.
    Al disotto di Firenze accadono cose terribili. Non sei mai stata ricoverata in un ospedale romano o napoletano? Ti auguro che non debba accaderti MAI.
    Riguardo agli imbroglioni volevo dire che dalle varie mamme Ebe, o Zia Obe o nonna Papera, me lo aspetto l’imbroglio. Non lo giustifico ma può accadere. E farsi fregare da loro è una libera scelta del cittadino. In fondo c’è gente che entra nel Casinò o che compra il gratta e vinci per farsi fregare dallo stato, e ci gode pure. Tutti sanno che è un imbroglio ma uno sceglie di rischiare.
    Quando invece vai dal grande ortopedico perché hai un’ernia del disco ti aspetti di trovare un signore che è stato “certificato” come medico e che, in virtù di una laurea dovrebbe garantirti la sua professionalità, la sua competenza e anche la sua onestà.
    L’ultima volta che ho richiesto un parere per una cosa abbastanza seria ho avuto tre diagnosi diverse da tre medici diversi. Tutti assai onoresi, tutti proponevano di squartarmi. Solo un vecchio medico in pensione mi disse: “Ma lasci perdere, vedrà che le passa” Aveva ragione lui.
    Io credo, cara Cele, che se uno va da una fattucchiera a farsi levare il malocchio non può lamentarsi se il malocchio gli resta. Peggio per lui che è stato cretino.
    Ma se uno va dal primario Pinco Pallino ci si aspetta che lavori seriamente e, se non lo fa è eticamente assai peggiore della fattucchiera.
    E’ per questo che dicevo “evviva mamma Ebe”.
    A lei è facile sbatterla in prima pagina come “mostro”. Al primario Pinco Pallino no. Tutto quì.
    Un bacione, torno a lavorare (è notte) giorni faticosissimi per me, anche sulle Pleiadi!
    Pieffe

  10. OK Pieffe. Messaggio recepito.
    Peo’ in quanto ai carcerati ti eri spiegato benissimo.. Io però no: intendevo dire che chiamarli per numero è il minino che si possano aspettare visto che per alcuni di loro il prossimo molto spesso è carne da maciullare per rapina di un portafoglio o un corpo da violentare per sfogo animale. O per quattrini. E mi fermo qua.. altrimenti sto male.
    Per quanto riguarda gli ospedali da Firenze in giu’ …. mi mancano… Tranne una visita in Sicilia per una slogatura al piede di Giovanna, anni fa. In ogni caso “conosco” il problema… e ti credo! Ti credo eccome. E credo anche che ci siano differenze, tra nord e sud… Anche se in alcuni casi le differenze sono purtroppo solo apparenti quindi molto meno palesi… Come dire che uno si veste bene firmato ma omette di farsi la doccia … E qui non la finiamo piu’ di parlarne… Mi viene in mente una storia da raccontare… Una lunga storia sulla terapia del dolore.. Ma non posso raccontarla qui…. perchè è diciamo storia per altre sedi … Rischierei di certo qualcosa di serio … In privato piu’ che volentieri.

    Per le tue fatiche… un grosso in bocca al lupo.. o forse meglio dire alla lupa.
    Ma so che non ne hai bisogno.

    Non posso esserci, sulle Pleiadi… Fisicamente.. intendo.. Ma con i pensieri sì.

  11. Petula
    questa serà avro’ amici a cena a casa … e sono ancora in Studio a lavorare.. Il ragu’ che fai tu, quello con le lucertole, una volta tovate le lucertole, è rapido da preparare?

  12. Petula again..
    Ahhh no… due ore… Non ce la posso fare… Bellissimo il “Gambero rozzo” …..
    Sei uno spettacolo!
    Io andro’ sul Gambero dei Puffi, quello celeste … nel caso riuscissi a preparare qualcosa di decente per questa sera ….
    Ma ho deciso: ora mi fermo da un pastaio e prendo ravioli freschi (destinati a burro e salvia) preceduti da affettati misti e focaccia calda.
    Dessert: gelato.
    Paracula eh?
    Ma sono anche io una donna che lavora…….

  13. come dice PF, è vero che la mafia medica è così occulta e perversa da far apparire mamma ebe come Totò e Peppino a fontana di Trevi. medici mi hanno prospettato più volte interventi urgenti prospettando catastrofi se solo avessi rimandato. dopo più di dieci anni (grattatina d’obbligo…) ringrazio la mia negligenza rispetto ai loro consigli “disinteressati”.
    per il ragù uso la ricetta di Petula… ovviamente non intendo quella che ci ha dato Petula, ma quella in cui Petula E’ l’ingrediente.
    è semplice semplice: prendete una gattina timida e indifesa, ci fate il ragù, che poi trangugiate crudo tutto d’un fiato. l’ho presa dalla guida Miciolin…

  14. Allora sono salva, io non sono una gattina timida e indifesa! Gollum, ti presenterò un felino/a mia amica….poi prova a dire a lei di saltare in padella….vedrai verrà fuori un ragollum!!!

  15. Guida Micelin, Gambero rozzo, ragollum …
    Eh si che lo dicono che viaggiare in controluce fa male… si sbatte la testa e si finisce nei prati…. Celesti…
    E una volta là, si incontra l’impietoso Pieffe a bordo della sua astronave rigorosamente monoposto che ti fa le pernacchie prima di sfrecciare via….
    Che non fanno prrrrrr, come quelle dei comuni mortali, ovviamente, bensì pfffffffffffff…
    .
    Qualcuno saprebbe costruire pure a me un’astronave monoposto..
    Riccardooooo!!!!

    La voglio con interni in velluto azzurro, la carrozzeria blu notte e le luci allungate, con le ciglia ammiccanti e lunghe lunghe così che se incontro Pieffe gli facciamo gli occhioni…. Non scalfirà di certo il suo cuore ma magari quello della sua navicella sì.

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...