SENZA TEMPO

CANADA.131

(foto: celeste)

.

Ti ho cercato senza mai chiamarti, senza bussare alla tua porta.

Senza scriverti mai.

Ti ho cercato sempre,

dentro i miei ricordi e tra le fughe della mia coscienza.

Ti ho cercato nelle risposte che i bambini cercano tra le stelle.

Ti ho cercato nei fondi del tè.

 

Ti ho cercato

tra le spighe del grano maturo che cresceva dentro me

e lì ti ho chiamato, senza che dalle mie labbra uscisse alcun suono.

E poi tra le basse maree dei miei sentimenti

e tra i tumulti delle mie emozioni.

Ti ho cercato tra i fiori di pioggia.

 

Ti ho cercato dentro, dietro e davanti la luce fioca del lume dei ricordi

e ti ho cercato tra le lacrime bollenti della notte

e anche tra la ruggine del filo spinato che separa ogni mio istante dal presente.

Ti ho cercato ai bordi del pozzo

e dentro ogni fiume che trancia la mia via.

Dentro ogni impronta sulla neve.

Agli argini di ogni fosso.

 

Ti ho cercato tra le pieghe delle lenzuola e tra le pagine di troppi libri

Ti ho cercato tra i sassi della luna.

Ho cercato il tuo viso nel mio caffè,

e poi dentro e dietro e sopra lo specchio del mio mattino.

Ti ho cercato nella mia rabbia.

Nel fango della mia città.

Nella nebbia di novembre.

In ogni Silenzio a rendere e in ogni vuoto a perdere.

 

E ti ho cercato tra i graffi sul cuore e tra le smagliature del mio Tempo.

E nella furia del mio dolore, nella mia incoerenza

Tra le sfaccettature delle mie contraddizioni:

diamante del pensiero che diventa luce.

 

Ti ho cercato in ogni odore della pelle di ogni amore,

in ogni bocca che ho baciato,

e in ogni sussulto del mio ventre ad ogni goccia di piacere.

Ti ho cercato dento ogni temporale della mente.

 

Ti ho cercato, tra le mie mani, ogni volta che sfioravo la mia pelle

e ogni volta toccavo ricordi e freddo.

Ti ho cercato nello sforzo di non pensarti più.

 

Ti ho cercato nei miei pretesti, nei miei alibi, nei miei limiti

E ti ho cercato oltre ogni mio limite.

Ho cercato il tuo sguardo

tra i bagliori delle mie albe dei miei tramonti,

luci minacciose e rassicuranti al contempo che danzando

disegnano ancora il tuo nome.

Un nome senza Tempo.

5 pensieri riguardo “SENZA TEMPO

  1. Bellissima preghiera… la vedo così un invocazione alla ricerca dell’Amore, vero, reale, che riempi la vita… Amore che sia Dio o sia l’Uomo di una Vita è sempre una ricerca al bene supremo
    “ti ho cercato dentro tanti posti ma in fondo eri vicino, molto vicino… dentro il mio cuore”… perdona l’aggiunta di questo un verso ma mi sentivo di scriverlo
    un sorriso 🙂

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...