Non hanno voce, non votano e per GIUNTA sono cani.

 

Ricevo questo documento da Riccardo. E’ lungo, dice Riccardo; fai copia incolla taglia cuci come vuoi. Ma non l’ho fatto perché è così che deve essere. Chi legge il mio blog è gente di cuore e lo leggeranno fino all’ultima parole.

Riccardo è fiorentino doc, e a Firenze ci vive, e Firenze la vive. E scrive questa storia. Una brutta storia in una Firenze splendida, città d’Arte e di Bellezza, meta di turisti provenienti da tutto il mondo. Firenze la Signora,. Firenze il Brunelleschi, Palazzo Vecchio, lungarno. Questa estate, girovagando per il Canada, parlando con la gente del posto sentivo sempre queste esclamazioni:

“Ahh !!  Italia… Magnifica Italia: Italia:  Roma – Venezia – Firenze! ” Già, Firenze …   Ricordate il vecchio adagio: “Lo porti un bacione a Firenze?”

Babbo Natale… lo porti un CUORE. a Firenze? Te lo chiedo .. A zampe giunte.

 

Mi rallegro dell’arrivo del piccolo Pepe, che è entrato a fare parte della squadra di Celeste in questi ultimi giorni, con la sua scoordinata carica di vita e di energia che solo i cuccioli sanno manifestare. Sono uno spettacolo, anche quando li vedi passare belli convinti, musetto e coda ritti, col tuo nuovo tappeto in bocca e con destinazione ignota.

Mmm… davvero? Si, credo di si. Il cucciolo, non avendo la forza, la velocità o la scaltrezza derivante dall’esperienza, non può fare altro che infondere tenerezza nel predatore di turno. Unica chance per sopravvivere…

Il problema non sono i cuccioli, ma piuttosto quando il cucciolo sviluppa l’adulto. Allora la relazione con l’uomo diventa meno spontanea, meno immediata e può prendere due strade: divenire un’amicizia, oppure… un problema.

Siamo a Natale, a Natale siamo “tutti più buoni”, dunque voglio essere comprensivo e provare a fare delle ipotesi senza stroncare talebanamente il discorso: capita che alcuni esseri umani, con la mente ottusa dal “consumo” ad ogni costo e non finalizzato ad uno scopo, bensì autoreferente, riconoscano nel cane un oggetto, appunto, di consumo, al pari di un telefonino, e quando il telefonino non piace più beh, è LECITO buttarlo (piccolo inciso: non è un po’ strano che la proprietà sia un diritto inalienabile, ma che possa “cessare” nel momento in cui lo decidiamo? Posso decidere che un oggetto non “è più mio”, e questo è sufficiente ad abbandonarlo senza ulteriori strascichi di responsabilità… quindi i rifiuti non sono un mio problema, io Lavoro – guadagno – spendo – pretendo… e poi butto. Semplice no?).

Insomma, la legge dice che non si può abbandonare un cane, ma è ahimè ormai controverso che sia moralmente illecito.

Fatto sta che i canili municipali vengono costantemente alimentati dal frutto di questa pratica e, ovviamente, non solo di questa.

Pepe è dunque un canino fortunato, perché i valori che lo circondano sono altri. Per gli altri, spesso, la sorte è il canile municipale, se non peggio.

Il canile si occupa (scusate: “si dovrebbe occupare”) di dare un’esistenza decente a questi esseri meno fortunati, e a liberare la città da quello che è un impiccio.

Canile municipale… chiunque abbia letto Topolino e affini, riconosce come facenti parte della struttura della città-tipo il municipio, la banca, il cinema… e il canile municipale.

Purtroppo Topolino non è passato da Firenze.

A Firenze la situazione è piuttosto diversa.

Il canile dell’ASL di fatto non c’è. E non c’è nemmeno a Sesto Fiorentino, Prato, e paesini, paesetti paesoni dell’interland.

Uno però c’è, ed è noto come il Canile del Termine. Di fatto è quello il canile di Firenze. Chi vuole un amico a quattro zampe sa dove rivolgersi, e, soprattutto, vedi sempre i cani in giro in quella zona, portati a fare una passeggiata dai volontari. Il bancone è sempre pieno di roba da mangiare, coperte, scope e detersivi, vecchi medicinali, siringhe (già, perché non c’è solo da dare da mangiare, c’è da pulire per terra, da fare le medicazioni…).

La gente conosce la struttura, e ne è parte integrante come essa lo è del tessuto sociale cittadino.

Non tutti sanno che quel canile è gestito solo e completamente da volontari, che la proprietà è di una associazione senza fini di lucro, che si è pagata tutto, dal terreno alla costruzione delle baracche, e che il comune di Firenze non ci mette una lira, ops, un centesimo.

Scandaloso vero? Si, direi di si, specie perché i fiorentini hanno le tasse gestite da comune e provincia tra le più elevate d’Italia, ma in compenso le strade con più buche… Ma lasciamo stare un discorso che porterebbe lontano. Inoltre tutti sanno che l’attività del canile del Termine ha sempre sopperito alle mancanze della ASL veterinaria. I volontari raccolgono i cani ogni volta che la questa non interviene (praticamente sempre).

 

A proposito di Firenze: avete presente i titoli dei giornali di questi giorni riguardo alle inchieste su corruzione e speculazione edilizia, che sta travolgendo la giunta fiorentina?

Vi racconto una storia: da qualche anno, le più diverse autorità hanno posto sotto accusa il canile del Termine con una quantità e una varietà di accuse notevoli: abuso edilizio, abuso della professione veterinaria, appropriazione indebita, violazione delle leggi sugli scali aeroportuali e interferenza coi voli dell’aeroporto, mancata ottemperanza delle norme igienico sanitarie, e forse ancora qualcos’altro… Molte di queste accuse si sono già rivelate infondate, per altre sono aperti procedimenti. E’ recente la sentenza del TAR della Toscana che conferma l’ordinanza di demolizione del canile.

Davvero negli ultimi anni si ha la netta sensazione di una volontà tenace di provarci, prima con quell’accusa, poi con quell’altra, pur di arrivare al fine che appare prestabilito: quel canile DEVE andarsene. Per contro dalle autorità cittadine nessuna indicazione è data riguardo alla sorte a cui i 400 cani ivi ospitati subiranno, ed è questo, più che la locazione particolare del canile, che preoccupa chi ne ha a cuore il destino.

D’altra parte qui siamo in piena Via Gluck, e l’area fa gola a tanti e da tanti anni.

Se ci si reca nella zona del Termine, e si alzano un po’ gli occhi, si vedono le gru di Ligresti che stanno iniziando il lavoro di cementificazione della “Piana di Castello”. Tutta l’area è adesso sotto sequestro da parte della magistratura. I quattro magistrati, come appare dal decreto di sequestro dell´area, sono convinti, dopo aver analizzato la vicenda e ascoltato decine di conversazioni intercettate, che vi sia stato un progressivo declino degli interessi pubblici a vantaggio di quelli privati del Gruppo Ligresti. Il sindaco ha riferito a questo proposito il 3 dicembre in Procura.

E allora c’è chi fa due più due… e il risultato “quaglia” direi. Potrebbe allora un cittadino pensare che forse questi sono i motivi veri per cui quel canile DEVE andarsene? E a quel cittadino, magari più interessato al benessere degli animali, ai valori di solidarietà e di socialità, e meno al cemento e agli affari, quale risposta danno le istituzioni?

 

Scusatemi, ho ecceduto ed abusato della vostra pazienza. Concludo con gli auguri di Buon Natale e aggiungo soltanto una riflessione:

Ma cos’e’ la destra

cos’e’ la sinistra

Ma cos’e’ la destra

cos’e’ la sinistra

Destra sinistra

Destra sinistra

Destra sinistra

Destra sinistra

Destra sinistra

Basta…

Per i volenterosi che volessero approfondire:

http://www.unioneamicidelcaneedelgatto.it/

http://espresso.repubblica.it/cerca?lr=&q=fondiaria&keyword=fondiaria&search=attua

80 pensieri riguardo “Non hanno voce, non votano e per GIUNTA sono cani.

  1. Il discorso che fa Riccardo sulla possibilità di gettare ciò che possediamo è molto “forte” e giusto. Il fatto è che, se estendiamo questo discorso agli animali ci accorgiamo di essere abituati a dire:
    “io ho un gatto” “io ho un cane”. In realtà dovremmo dire “io vivo con un gatto”, “vivo con un cane”, in quanto se dico “ho” lo tratto proprio come il telefonino.
    La mia solidarietà a Riccardo è perciò totale, appassionata e direi… Galattica. Poiché quanto scritto da voi basta e avanza per spiegare il tema, cerco di fare qualcosa:
    1) Mi metto in contatto con i miei amici fiorentini, sperando che qualcuno sia in grado e abbia voglia di fare un po’ di casino.
    2) Diffondo la notizia presso le persone che sono interessate come me e come voi alla salute dei cuccioli e degli adulti di qualsiasi animale.
    3) Con tutto il rispetto per l’iniziativa credo che non sia importante che esista “quel canile” ma che esista UN canile degno di questo nome. Beh cominciamo a fare casino.
    Auguri.
    Pieffe

  2. Penso oramai sia noto ai frequentatori del mio blog che la mia famiglia è composta da me e tre cani. Nulla mi inquieta più dell’inciviltà, della mancanza di sensibilità nei confronti di questi esseri indifesi. Sì, diciamolo:sono assolutamente indifesi. E, non lo dico io, ma lo ebbe a dire qualcuno molto più importante di me che “La civiltà di un popolo si vede dal rapporto che ha con gli animali”.
    Non sapevo di Firenze, non ne ero a conoscenza. Basterebbe rendersi conto di quanto gelida è la notte in questo periodo, per provare una stretta al cuore per i migliori amici dell’uomo meno forunati. Farò in modo che questo post non rimanga isolato alla visibilità dei tuoi blogger. Come ha detto Pieffeascenso…vediamo di far casino.
    Un abbraccio Celeste:-)

  3. miei 2 cani sono fortunati,
    ma purtroppo ci sono altri, e tanti, che sono abbandonati, e un recente canile ci vuole per dargli accoglienza,
    speriamo l’atmosfera natalizia ci dia una mano
    un caro saluto!

  4. Grazie Pieffe.
    Fai tutto cio’ che puoi, dalle Stelle o dalla Terra.. fai tu.
    Tu che viaggi tra le galassie e molto piu’ lontano…
    Grazie a Giuliana e alle sue “parole di vetro”.
    Grazie a tutti per i messaggi arrivati finora, a chi si sta adoperando per divulgare questa vergogna.
    Grazie dei permalink.
    E’ bello sapere che in mezzo a tanto schifo ci sono persone così.
    GRAZIE.

  5. … cos’é la sinistra ? Pensa che una volta ero convinto di avere “quasi” tutte le risposte … continuo a lottare, arrendersi é perdere, chissà e poi Obama permette qualche speranza.

    Cos’é la destra ? Spero per le tante persone per bene che la pensano così (… non sono tra questi …), che sia una cosa diversa dalla banda attuale ….

    A tutti auguro buone feste e un futuro migliore.

    Glo, un abbraccio forte.

  6. Buon compleanno.
    e lunga vita al lupo.
    Marissamora

    ps: appena sistemo il blog posterò il tuo appello.

  7. Eleonoraaaaaaa !!!!!!!!
    Ciao dolcezza… Mi manchi.
    Un abbraccio.
    Auguri anche a te, stellina.
    .
    Marissamora
    Grazie del link e degli auguri !!!
    Grazie infinite. Ricambio e benvenuta qui in questa piazzetta tra i vicoli e senza vincoli.
    .
    RobertoMazzuia. Indubbiamente 2+2 fanno 4 .. Fino a prova contraria…
    .
    Pieffe:
    Mi unisco a te. Per un augurio religioso, laico, bianco, nero.
    chiaro, scuro, femminile, maschile.
    Insomma auguri senza confini.

  8. Se solo sapessero amare come loro sanno amare noi…

    Grazie, appena finisco di sistemare il blog vengo a cercarmi il link, vi abbraccio.

    clelia

  9. Senza parole[..] Non hanno voce, non votano e per GIUNTA sono cani. Ricevo questo documento da Riccardo. E’ lungo, dice Riccardo; fai copia incolla taglia cuci come vuoi. Ma non l’ho fatto perché è così che deve essere. Chi legge il [..]

  10. Mando il mio affetto e sostegno a tutte quelle povere bestiole, a te Celeste e ai tuoi ospiti invio i migliori auguri di un Santo Natale, che combatta una laica ricorrenza (di che se l’evento stesso ricade nella categoria religiosa) fatta di grandi abbuffate e consumismo fine a se stesso.
    Un abbraccio

    PS.: Scusa la polemica, ma che senso hanno auguri laici per un Natale? Li vedo meglio per un compleanno,

    baci

  11. Vorrei ribadire un piccolo concetto: aiutare le persone e gli animali. Una cosa non esclude l’altra e non ci sono priorità. Solo due occhi che implorano e un cuore che batte come il nostro. Loro non hanno voce, non possono chiederti “Aiutami”.
    Ho scritto in Vento Rosso:
    …E’ facile leggere una persona. Molto più difficile leggere un cane…

    Buone feste Celeste!

  12. In questo momento sono in giro per gli auguri di Natale che inserisco pure qui ma ritorno per leggere, è mio dovere farlo anche se ho paura di leggere qualche brutta storia che riguarda gli animali…a dopo.


    Buon Natale sereno a te e famiglia.
    Con affetto,
    Tamango.

  13. @ A Sar. Grazie del passaggio. Un augurio a te, insieme ad un pensiero un po’ speciale e anche.. personale ed è questo: potrei parlarti di cani che aiutano persone, di persone che aiutano persone e di persone che aiutano cani…. Ho visto un esempio, a casa mia… un cane aiutare un uomo a morire e questo è Amore. Poco conta il numero delle .. zampe.

  14. @ Tamango. Tranquillo, è una splendida storia. E’ prima di tutto la storia di persone che si impegnano dedicando tempo, risorse, amore e cura a 400 animali che chiedono soltanto di vivere. La parole “cura” ….. dice tutto, contiene tutto, abbraccia tutto.
    Troverai una bella storia che sta vivendo un difficile momento. Grazie del passaggio. Ti aspetto.

  15. @ Giuliana, una donna che scrive… ma anche molto altro.
    .
    So che hai dato anima, penna e tastiera per questa causa… E ti ringrazio. Ricambio nuovamente gli auguri per te, i tuoi sogni. Che il tuo “VENTO ROSSO” possa soffiare nella giusta direzione e riscattare tutti i tuoi sacrifici. Grazie e un abbraccio affettuoso.

  16. @ Alla micia Petula
    Ciao Zampottina… Mi piace che zampetti in questo angolo. Auguro anche a te un dolce e Santo Natale. Sai, da piccola passavo le notti al balcone per vedere se passava la cometa sopra casa mia… Qualche volta lo faccio ancora e, scrutando l’immensa volta Celeste ogni volta sento dentro che essa esiste e mi suggerisce a volte un cammino. Non appare in cielo ma la sento dentro…. Ed è subito Natale.
    Un abbraccio Petula.. e spero di vederti prestissimo.
    PS le crocchette come le vuoi? con l’uvetta o senza?

  17. Sono senza parole, e ne ho sempre di meno perchè di queste oscenità se ne vedono sempre di più e sempre più spesso. Mi chiedo dove andrà a finire il mondo se i più deboli, quelli veri, quelli che non hanno nemmeno la voce per difendersi, finiscono schiacciati dal consumismo e dai potenti ingordi come meri telefonini andati in disuso… Ho paura a guardare avanti, perchè l’uomo sta diventando la vera bestia che abita questo mondo e di questo passo non so davvero dove andremo a finire…
    Ma haimè o per fortuna, ho ancora in me quel bagliore di speranza che mi dice di tentare, e nel mio piccolo farò in modo di divulgare il più possibile questo scempio affinchè venga conosciuto da più persone possibile…
    Giusto… destra, sinistra… qui è semplicemente un grande magna magna… Che schifo…
    E cazzo si… siamo anche a Natale…

  18. Voci dal Silenzio
    Ciao e benvenuta in questo spazio
    Grazie …. Nessuno fa mai qualcosa di “piccolo”… Tante voci fanno un coro… Grazie e buon Natale a te. A presto.

  19. @Voci dal Silenzio …
    Ho visto il tuo spazio… e …. GRAZIE.
    Grazie a nome di Riccardo, a nome mio ma soprattutto a nome dei 400 cani ospiti. Un abbraccio affettuoso.

  20. AGLI OSPITI DI QUESTO SPAZIO.

    Purtroppo c’è una persona, con evidente malattia mentale, che commenta, ovviamente in anonimo, su questo spazio. Ritengo una limitazione alla mia libertà chiudere la porta a che è solo di passaggio.
    Pertanto MI SCUSO con tutti voi che passate di qua . . . per quegli interventi che sono frutto di una mente malata.
    GRAZIE.

  21. Purtroppo un computer nelle mani di chi si porta dietro ipocondria, odii, rabbie irrisolte, diventa uno strumento di disturbo.
    Oltretutto alcune di queste persone, magari per colpire un bersaglio, sparano nel mucchio, incuranti del disturbo, della volgarità e dell’offesa che arrecano al prossimo.
    Però, Celeste, se mi permetti un consiglio, elimina questo commento anonimo: proprio per esercitare la tua libertà.
    In ogni posto dove si entra, anche se la porta è aperta, si chiede sempre il permesso di entrare. Chi entra con le scarpe infangate cercando di sporcare tutto è un cafone e i cafoni, vanno sbattuti fuori.
    Scusa se non mi firmo ma tanto sai benissimo chi sono. Un abbraccio

  22. AL N. 39
    Hai ragione… La tua saggezza mi ha fatto riflettere, e sì, hai ragione. I cafoni vanno buttati fuori. Avevo pensato di lasciarlo per mostrare dove puo’ arrivare la depravazione umana.. argomento che tra l’altro rende ancora più forte il senso di questo post, in difesa degli animali.
    Ma è vero, chi sporca la neve appena caduta così come la farina di altri luoghi va sbattuto fuori. Ma ancora una volta non chiudero’ la porta che impedirebbe agli anonimi di commentare.
    Grazie utente al 39. Un abbraccio anche a te. E come sempre un grazie dal mio cuore al tuo.. Cuori dove è appena nevicato.

  23. Conosco il canile del “Termine”.
    Quando mia figlia era piccola, lei che è sempre stata un’amante degli animali, la portavo la domenica a prendere un cane da portare un pò a spasso fuori. Ce ne avevano assegnato uno vecchio che riusciva appena a camminare, si chiamava Poldo. Con quanto amore lei lo trattava, gli dava da mangiare, lo accarezzava. Una domenica siamo andati, e… Poldo non c’era più. Mia figlia ha cominciato a piangere, e ce n’è voluto per calmarla.
    Ora vogliono abbattere il canile; ora vogliono mandare via quei cani e distruggere nello stesso tempo i sogni di tanti bambini che non possono avere un cane in casa e che trovano lì il posto dove poter dare ad un essere vivente tutto l’amore che hanno dentro.
    No, cari signori politici, no cari palazzinari! Non si distruggono i sogni dei bambini e non si distrugge la possibilità di vita di tanti esseri viventi.
    Ribelliamoci all’affarismo, alla speculazione, agli intrallazzi, alla insensibilità e alla prepotenza.
    Coloriamo di sogni la vita dei nostri bambini e stringiamo le zampe di coloro che lo meritano: i cani e i gatti, vittime innocenti della smania di ricchezza di individui senza cuore.

  24. Grazie Vincenzo, amore e musica, per la testimonianza che hai portato. Da persona buona e da “fiorentino” sapevo che saresti arrivato. Un saluto a te e ai tuoi bimbi del Brasile.
    Con la stima di sempre.

  25. Eccomi… Basterebbe la sola idea di chiudere un canile senza avere una sistemazione alternativa per i cani che ospita, per trovare aberrante tale soluzione, al di là degli interessi che possono esservi nascosti dietro.

    Ciò che posso fare è mettere questo stesso post su adottauncucciolo.splinder.com/
    Ditemi voi…

  26. Spero che qualcuno si assuma le responsabilità di questa vicenda..non possono allontanare gli animali dalla struttura senza sapere che fine faranno.. Prima si deve almeno essere certi di trovare una valida alternativa..I cani e i gati verranno distribuiti nei vari canili d’Italia probabilmente ma con quale criterio? Saranno controllati questi canili o capiterà che qualche povero pelosetto finisca in canili che poi si rivelano essere canili lager?ci vogliono risposte concrete. Ma da chi? Le amministrazioni comunicali contineranno a non fare nulla? Il Comune e, quindi il Sindaco è responsabile diretto dei cani presenti sul territorio comunale e di tutti gli animali randagi e non presenti nel Comune… come da normativa vigente (L.R. 34/97)
    Ciao e buon pomeriggio, Lisa!

  27. Wolf: Grazie. Ho avuto modo i commentare sul tuo sito e chi ti legge credo venga a fare un giro anche a ….. Firenze in Controluce.
    .
    Lisa
    Non preoccuparti per gli errori… non sono questi, quelli importanti…. Grazie di essere qua, per cio’ che hai scritto qui e scrivi nel tuo spazio. Grazie a nome di chi.. non ha voce e non vota…. E per giunta… sono cani … e gatti.

  28. Grazie,
    VANESSA: (inveritas.splinder.com) per aver dedicato il suo spazio a questo post di Controluce, così come ha fatto MASSIMORA (marissamora.splinder.com)e a tutti coloro che lo hanno linkato.
    E poi GIULIANA ARGEGNO
    (Parole di Vetro, sempre in Splinder) che ha messo la .. zampetta in giro nel cyberspazio.
    .
    RICCARDO:
    copia e incolla tutti questi interventi e consegnali al Comune di Firenze… Lo faremo anche con una e-mail, e se necessario, con qualche giornalista.
    .
    PIEFFE:
    tu continua a rompere le scatole … dalla Terra alle Pleiadi. So che sai farlo benissimo.

    ANDIAMO AVANTI

  29. Cercherò di dar visibilità a questo problema e tra l’altro chiedo una piccola rettifica: PRATO HA IL CANILE.
    Sei tra i miei link 😉
    Buon anno…!

  30. FEDERICA (Rogue17) grazie per il link! :-)) Per il canile di Prato ti risponderà Riccardo, non appena disponibile. Grazie della segnalazione e tantissimi auguri.
    .
    GIULIANA. Buon anno anche a Te. Grazie.

  31. Grazie per questo post, così intenso e soprattutto indicativo di problemi aperti. E sì che rispetto al passato la situazione per quanto riguarda gli animali è leggermente migliorata, ma ancora siamo lontani dall’ideale, su questo non c’è dubbio. Più di tutto siamo lontani dal riconoscere all’animale dei diritti, assolutamente parola grossa da legare agli animali, per chi si occupa di diritto. Io penso però che finchè non verrà dato agli animali, e intendo TUTTI gli animali, senza distinzione tra domestici e non -cani, gatti, ma anche tutti gli animali selvatici e quelli in cattività, insomma, tutti- il rispetto, la considerazione che spetta ad ogni essere vivente anche solo in quanto tale, non potrà mai farsi un passo avanti nemmeno concretamente. Prima il genere umano deve sviluppare questo tipo di coscienza, e solo dopo sarà automatico il passaggio nel mondo legale o in quello degli aiuti concreti da parte delle amministrazioni. Credo che sia necessario lavorare per farlo capire al maggior numero di persone.

  32. Grazie a Te, PATRIZIA (avvbertipat) per questo intervento. Purtroppo spesso gli animali vengono considerati a volte dei giocattoli, da regalare ai bimbi, magari a Natale.. Ma poi ci si accorge che sporcano, perdono il pelo, mangiano… vanno portati fuori. Oppure a volte sono chiamati a colmare solitudini, dati dalla mancanza di compagni o di figli e poi quando arriva il compagno o il figlio.. allora il cane diventa superfluo. Per non parlare dell’impiccio quando si va in vacanza. Potremmo parlare a lungo… Ciò che si chiede, adesso, al Comune di Firenze è un’alternativa, un posto DIGNOTOSO dove i VOLONTARI possano continuare a fare cio’ che stanno facendo e hanno fatto… impiegando il LORO tempo, le LORO risorse… anche economiche… Dedicando CURE (quando amore c’è in questa parola !!! ) agli animali.
    Intervenire laddove le istituzioni, Comune e ASL sono latitanti..
    Un augurio speciale, Patrizia.
    Celeste

  33. grazie Celeste per avermi contattato.
    Ho lo stomaco ridotto di volume per piu` del 50%, piu`o meno.
    Scusami , ma devo ancora riuscire a trovare parole..

    a presto,
    claudia

  34. Inconcepibile. In una città come Firenze, una città del Centro Nord, un Comune e una Provincia delle piu’ ricche d’Italia. E’ semplicemente VERGOGNOSO.

  35. Cos’è la destra? Cos’è la sinistra? Sono la stessa cosa con diverso nome, divise da sfumature ma unite dallo stesso ideale quando si tratta di creare profitto. Questo è il mondo nuovo! Un abbraccio e un augurio di un felice 2009 a te e ai tuoi cari. Pietro.

  36. … ciao Celeste… carissimi auguri per uno splendido 2009 che porti soprattutto pace e serenità…
    … 2009 baci e abbracci…

    Rose

  37. Non ho parole… comunque, che io sappia, ogni comune DEVE avere un canile! per legge!
    Anche a Genova, dove abito, la situazione è paradossale… diffonderò il tuo post.
    Oltre a proteste varie, perchè non segnalate la cosa anche su facebook, tramite un gruppo, magari? ormai è “di moda”, quindi si potrebbe sfruttare questa popolarità per portare alla luce problemi come questo…

  38. Arruffata: Grazie del suggerimento e anche del messaggio in PVT.
    Vediamo quando torna Riccardo quali potrebbero essere le nuove…
    Ciao e buon inizio anno !

  39. MARINZ…
    un sorriso epifanico… virtuale? E pensi di cavartela cosi?… Eh no.. stanotte mi aspetto che tu venga a sorridermi, ovviamente con la scopa…. direttamente al mio balcone!!!!
    E che cavolo.. tutta questa virtualità..!!!
    Come dici? Che la befana è femmina? Mah… guarda che potrebbe essere discriminante … Attento al sindacato delle Befane Femministe…
    Personalmente sto lucidando la mia scopa (elettrica, of course) .. Un bel celeste metallizzato….
    Un figurone…

  40. Io ho pronta la mia vecchia e fidata scopa e, chissà che stanotte non ci si incroci in volo.
    Passerò di certo dal tuo balcone perchè i sorrisi non sono di certo virtuali, quando li lascio sto sorridendo davvero 🙂

  41. Marinz… Hai fatto bene ad usare la tua vecchia scopa… Tutta questa tecnologia è .. inaffidabile. Infatti la mia mi ha abbandonata. Per fortuna è ancora in garanzia. Il problema è TROVARLA…. Credo che stia orbitando, tra qualche Galassia. Devo chiedere anche a Pieffe se per caso l’ha vista…. Insomma… CERCASI SCOPA SMARRITA, A MOTORE, CELESTE METALLIZZATA…

  42. Eccola, ti ho mandato la foto per posta. Era abbandonata dietro un satellite di Betelgheuse. Problemi di carburatore, credo.. Comunque non so come si fa ad inserire la foto nel commento. Vorrà dire che puoi controllare da sola se è tua e se quella bonazza che ci stava volando sopra è una concorrente oppure no.
    Pieffe

  43. Pieffe!!!!
    Ho ricevuto qualla che tu ipotizzi come mia “concorrente” !!!
    Ma… Ma…. Ma….. !!!
    E poi ancora MA!!!!
    Non so come nè quando…. ma questo affronto ti costerà un bel po’….
    .
    Per il pubblico… la “mia concorrente” è orribile e senza denti!!

  44. Rispondo volentieri a Federica e ahimè, mi cospargo il capo di cenere: in effetti ho trovato su internet il riferimento di un canile a Prato di cui non avevo notizia. Quindi prendo atto che effettivamente il canie a Prato ci sia, e devo dire tra l’altro che, in questo caso, sono proprio contento di essermi sbagliato…
    Ma ho approfondito e ho trovato qualcosa, qui:

    http://animali.comune.prato.it/?act=i&fid=1168&id=20060615155517530

    Non posso entrare nel merito, perchè come ho già detto non ne avevo notizia, ma quello che leggo è che questo canile è gestito dalla VAB.
    Si, ma chi è la VAB?
    E’ la Vigilanza Antincendi Boschivi (di cui potete leggere qui):

    http://www.vab.it/

    Come potete leggere, la VAB non fa parte del Comune, nemmeno della Protezione Civile o della Forestale ma è…. un’associazione di volontariato!!!

    cito:
    “Così, in un sottoscala di una abitazione di Via Benedetto Dei a Firenze, nacque la V.A.B. … che vide formalmente la luce nel 1974 quando fu registrato lo statuto sociale …. All’inizio i volontari svolgevano attività di vigilanza, utilizzando le loro auto private per pattugliare le colline fiorentine e segnalando ogni principio di incendio ….”

    Ancora volontariato???

    Abbiate pazienza, ma è possibile che “tutto” sia, costantemente, demandato alla buona volontà (ed alle tasche) di chi abbia a cuore una causa, in questo caso la sorte di animali senza proprietario?? Non so voi, ma una cospicua parte del mio stipendio da metalmeccanico va in una voce “trattenute”: bene, ho sempre sostenuto che “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva” come recita l’Art. 53 della Costituzione Italiana (http://www.quirinale.it/costituzione/costituzione.htm , fateci un giro a prescindere da questa occiasione particolare: in questi tempi di medioevo morale è quanto meno necessario, a mio parere…) ma mi viene da dire… trattenute a quale scopo??

    Ringrazio ancora Federica della segnalazione cha ha permesso di correggere un’errore, non voglio aggiungere altro, di comizi ne ho fatti a sufficienza per illustrare quello che mi sta a cuore, ossia la minaccia di coloro che, invece di fornire un servizio alla comunità, si appropriano delle risorse di tutti, trattandole come “cosa loro” anzichè come “res publica”, aggravato dal fatto che lo fanno durante l’esercizio delle loro funzioni pubbliche, e senza curarsi minimamente delle conseguenze delle loro azioni.

    Aggiungo un commento: non nego il mio stupore nel vedere quanti interventi di solidarietà e di promesse di azione abbia suscitato questo argomento, e ringrazio Celeste in primis di questo…. mi fa un estremo piacere constatare che siamo decisamente in tanti a pensarla così.
    Riccardo

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...