QUELLI CHE

persone crowded_wallpaper

 

Quelli che hanno fatto promesse al vento

Quelli che il vento gli spettina i capelli

e quelli che quando piove, governo ladro.

Quelli che hanno la BMW con i cerchi in lega

e quelli che hanno i cerchi alla testa specialmente di sabato.

Quelli che rosicano e non risicano

Quelli che giocano a risico con la Morte

e quelli che con il morto ci passano l’week end.

Quelli che tanto io se scioperano i treni resto a casa dal lavoro

Quelli che se restano a casa dal lavoro si buttano sotto i treni.

e quelli che sono ciechi e i treni non li prendono perché hanno la patente.

E anche la pensione (dei ciechi).

Quelli che la pensione la lasciano dentro un reggiseno della Upim

pur di scostare una spallina bianca dalla pelle scura di una donna.

Quelli che sono stonati ma cantano

e quelli che se cantano gli sparano con la lupara.

Quelli che la messa la domenica, il vestito nuovo e poi a casa le lasagne:

quelli che il posto in banca è sicuro con i tempi che corrono

e quelli che corrono con il tempo tranne quando muoiono

e allora si fermano (sempre se trovano il tempo).

Quelli che vanno allo stadio la domenica perché domenica è sempre domenica

anche se non suonano più le campane.

Quelli che si danno pena  per far quadrare i conti

e quelli che fanno milioni dipingendo quadri che fanno pena.

Quelli che cadono sempre in piedi ma anche sempre più in basso.

E quelli che una volta toccato il fondo si risale ma ci sono

quelli che dopo incominciano a scavare.

Quelli che “poveva cava, voleva fave un giro in bavca ma non eva bello il tempo”

e quelli che remano per tutto il Tempo.

Quelli che la barca finchè va lasciala andare, tanto vale non remare.

Quelli che la bambina vuole la centodiciottesima Barbie del resto è tanto brava a scuola.

Quelli che caricano una bambina ai lati della strada

la domenica andando alla Messa.

E poi tornano a casa con la Barbie per la bambina.

Quelli che io speriamo che me la cavo e a culo tutto il resto.

Quelli che tanta fatica e non cavano un ragno dal buco

Quelli che muoiono per un buco.

Quelli che hanno le mutande leopardate le unghie laccate il profumo di Chanel

e non hanno mai letto un libro

Quelli che hanno letto un sacco di libri ma non hanno capito niente

E quelli che invece loro sanno sempre tutto 

Ohh yessssssssss

 

9 pensieri riguardo “QUELLI CHE

  1. Una delizia, Celeste, una delizia.
    Semplice, ironica, efficace, scanzonata, amara e, nonostante tutto, ottimista.
    Dovresti venirla a cantare sulle Pleiadi. Nonostante le parole e le situazioni “moderne” ci vedo sotto sia una vecchia musica irlandese come una ballata francese medievale. Bello.
    Pieffe

  2. Grazie Pieffe… sono commossa..E lo dico senza ironia, credimi. In quanto alle Pleiadi, io ci verrei qualche volta, se avessi la certezza di poter tornare … Qui, purtroppo, o per fortuna, ho qualcosa da fare di molto importante come per esempio veder crescere la mia piccolina. Il fatto è che non so nemmeno come ci si arriva anche se ho da qualche tempo dei piccolissimi indizi ma è troppo presto. A meno che tu non mi dai uno strappo… ma Petula dice che la tu astronare a pedale è monoposto e quindi la faccenda si complica…. Potrei anche cederti (gratuitamente si intende) i diritti per cui la canti tu … Ma prima dovrei sentire COME canti … Uffa… ci penso poi ti faccio sapere. Nel frattempo abbi una buona giornata ovunque tu decida di trascorrerla.
    Un abbraccio .. celeste (un giorno magari ti spiego come sono… di cosa sono fatti.. e a cosa servono)

  3. E Quelli che giudicano, condannano, assolvono?
    Ohhhhhhhhh Yesssssssssssssss
    Margherita

  4. e quelli che sulle Pleiadi non sanno cantare con il giusto tono
    oppure hanno il giusto tono ma gli serve il paroliere oohhhh yeeeeeeesss
    anzi miiiiiaoooooo!!

  5. Margherita
    Benvenuta. Sì, quelli che assolvono giudicano… condannano… Tutti in coro: ooooohhhh yesss
    .
    Petula
    Non ho capito bene il tuo intervento ma un topolino mi dice che ha a che fare con Pieffe…
    Ops… il topolino pero’ non mangiarlo…

  6. Vedi Giuliana, ci sono persone che non avresti mai voluto incontrare, ma anche questi incontri possono fare scuola, Ti insegnano a crescere, a distinguere. A volte si casca dentro le buche ma poi .. si impara.
    Ciao e grazie.

Se vuoi, puoi lasciare un messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...